• Google+
  • Commenta
2 luglio 2003

I crediti formativi universitari (C.F.U.)

Il C.F.U. è la quantità di lavoro di apprendimento richiesto ad uno studente per l’acquisizione di conoscenze e abilità nelle attività formative previIl C.F.U. è la quantità di lavoro di apprendimento richiesto ad uno studente per l’acquisizione di conoscenze e abilità nelle attività formative previste dai corsi di studio. La quantità di lavoro necessaria ad apprendere determinate competenze è invece definita modulo. Ogni modulo corrisponde a 4 crediti, quindi a 100 ore di lavoro così suddivise: 30 ore di didattica, 60 ore di studio individuale, 10 ore di valutazione dell’apprendimento. Ogni C.F.U. corrisponde a 25 ore di lavoro, comprendenti non solo le ore di lezione e di esercitazione, ma anche lo studio individuale e l’impegno diretto dello studente. Ogni materia vale un numero ben preciso di crediti, in base alle ore di studio, necessarie a prepararli.
La quantità media di lavoro di apprendimento svolto in un anno da uno studente impegnato a tempo pieno negli studi universitari e convenzionalmente fissata in 60 crediti. Questi ultimi sono acquisiti con il superamento dell’esame e non sostituiscono, né tanto meno dipendono dal voto. In alcune facoltà i crediti ottenuti consentono allo studente di iscriversi agli anni successivi, ma non è sempre indispensabile superare tutti gli esami previsti per iscriversi all’anno successivo. Inoltre con il sistema dei crediti ci si può trasferire in facoltà straniere, insomma i crediti permettono anche l’accesso all’Europa.
Per conseguire la laurea bisogna aver conseguito 180 C.F.U. comprensivi di quelli relativi alla conoscenza obbligatoria di una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano. Per conseguire la laurea specialistica i C.F.U. da acquisire sono 300, compresi quelli acquisiti precedentemente.

Google+
© Riproduzione Riservata