• Google+
  • Commenta
2 luglio 2003

Prodi: Erasmus? Il traguardo più importante dopo l’Euro

Furono 3000 i pionieri dell’Erasmus che nel lontano 1987 si lanciarono in quel progetto che allora pareva tanto avveniristico da sembrare quasi impropFurono 3000 i pionieri dell’Erasmus che nel lontano 1987 si lanciarono in quel progetto che allora pareva tanto avveniristico da sembrare quasi improponibile; 3000 coraggiosi che in un’ Europa che non aveva ancora conosciuto l’unificazione delle due Germanie decisero di fare le valigie e recarsi in uno dei paesi della Comunità Europea dove per un po’ di tempo avrebbero frequentato l’università indigena. Quelle 3000 adesioni sembravano allora un traguardo già pienamente soddisfacente; eppure oggi, a 15 anni di distanza, quel numero appare quasi irrisorio, soprattutto in considerazione del fatto che non più tardi di due mesi or sono, è partito il milionesimo studente. Un obiettivo importante raggiunto, un premio per i sacrifici di chi ha creduto in questo processo di “sprovincializzazione” degli studenti italiani; un momento importante che ha fatto parlare dell’Erasmus persino il presidente della Commissione Europea Prodi che lo ha definito “il traguardo più importante dopo l’Euro”. Complimenti.

Google+
© Riproduzione Riservata