• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2003

Inter, la svolta è dietro l’angolo

E’ un periodo buio, quello dell’Inter, e l’incrocio dei pali di Vieri nel finale contro la Roma ne è solo l’ultimo emblema. Una partenza mesta in campE’ un periodo buio, quello dell’Inter, e l’incrocio dei pali di Vieri nel finale contro la Roma ne è solo l’ultimo emblema. Una partenza mesta in campionato, l’addio a Cuper, la “non negatività” al nandrolone di Kallon, il tonfo di Mosca in Champions: tante nuvole per una sola grande tempesta che al momento sembra interminabile. Domenica al San Siro era di scena contro i nerazzurri la Roma di Capello, ovvero una delle squadre più in forma di questo inizio stagione, una delle maggiori accreditate per la vittoria finale dello scudetto. Il risultato finale di 0-0 era lo specchio fedele di una gara non bellissima, con poche occasioni da gol, ma molto equilibrata e, soprattutto, tirata fino alla fine. Peccato che l’atmosfera iniziale era di quelle che poco hanno a che fare con eventi calcistici di tale risonanza: per un buon quarto d’ora niente tifo dalle curve interiste per protesta contro Moratti e le sue scelte. Il presidente dell’Inter, a fine gara e per diverse ore, sembra aver meditato seriamente sull’ipotesi di dimettersi dalla guida della società; poi forse è per l’ennesima volta prevalso l’incredibile attaccamento del patron milanese alla sua squadra. La sfida contro la Roma, d’altro canto, ha lasciato un buon sapore in bocca ai supporter nerazzurri. Nella prima mezz’ora di gioco il 3-4-3 di Zaccheroni convinceva, almeno fino a quando i giallorossi non salivano in cattedra a centrocampo e riuscivano a superare il duro pressing degli avversari. Bello anche il forcing finale degli uomini del Zac, che rischiavano nei minuti conclusivi di portare a casa una vittoria cercata a denti stretti. Ma il legno di Vieri era un segnale: occorre soffrire ancora, prima di tornare a vedere il sereno sui volti di Toldo e compagni. Domenica prossima l’Inter andrà a far visita al “Chievo dei miracoli”, autentica bestia nera negli ultimi anni per i milanesi. In un periodo così poco baciato dalla fortuna, a Zaccheroni sarà affidato l’arduo compito di far invertire rotta ai suoi, tornando subito alla vittoria. Quanto si è visto contro la Roma, comunque, lascia ben sperare.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy