• Google+
  • Commenta
7 ottobre 2003

Presidio Sanitario nel Campus

La legge n° 390 del 21291 all’articolo 17 precisa che l’assistenza sanitaria di primo intervento, all’interno del campus universitario, è assicurataLa legge n° 390 del 21291 all’articolo 17 precisa che l’assistenza sanitaria di primo intervento, all’interno del campus universitario, è assicurata mediante convenzioni da stipulare dalla Giunta Regionale su proposta dell’assessore alla Sanità con l’Università di riferimento e le strutture sanitarie eo Aziende Sanitarie locali competenti per territorio. Ed è, partendo proprio da questa affermazione legislativa, che è stata possibile la stipulazione del protocollo di intesa tra Università degli studi di Salerno, EDISU e Azienda Sanitaria locale SA2, il cui fine è garantire la presenza e la funzionalità dello sportello di accoglienza sanitaria all’ interno del campus. Analizziamo il servizio nel dettaglio. Prima ancora che lo sportello possa espletare la sua attività sanitaria, sarà necessario che il Rettore dell’Università ricerchi e fornisca lo spazio più idoneo per ospitare tale struttura e che lo spazio, attrezzato con arredi sanitari, sempre di competenza dell’ Università, possa avvalersi dell’attivazione di adeguate utenze (luce, gas, acqua etc.). Una volta provveduto a ciò il presidio, rifornito di materiale sanitario a carico del S.S.N., potrà approssimarsi all’ apertura. Gli orari di apertura e chiusura, previsti come tempo necessario di operatività dello sportello, andranno dalle 8:30 fino alle13:30 del mattino e dalle 14:00 alle 19:00 del pomeriggio e copriranno l’intero arco della settimana, fatta esclusione per il sabato e la domenica. Nel turno mattutino lo sportello si avvarrà della presenza di 3 unità di personale tra cui un medico e nel pomeriggio di 2 unità di personale tra cui rimane costante la presenza del medico. Accertate l’adempienza a tali requisiti formali, lo sportello potrà finalmente interagire con i suoi assistiti. A questi verrà garantita, qualora dovesse ritenersi necessario, l’assistenza sanitaria di primo intervento: le medicazioni, le visite mediche, le terapie iniettive e quant’altro. Gli studenti inoltre avranno la possibilità di prenotare visite specialistiche con l’avvallo di indicazioni sui percorsi burocratici e sanitari propedeuitici a tali visite, senza rivolgersi alla propria ASL di appartenenza. Si potrà, per di più, usufruire dei servizi socio sanitari offerti dal consultorio Materno–Infantile, adolescenziale e familiare del territorio di riferimento ed avere la garanzia che il trasporto di infermi in emergenza, attivabile con il 118, verrà espletato dalle due postazioni di Fisciano e di Penta operanti 24 h. su 24.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy