• Google+
  • Commenta
25 novembre 2003

Bum bum Sheva

Un netto 2-0 permette al Milan campione d’Europa di mantenere il secondo posto in classifica alla pari con la travolgente Roma di Bologna ed a due lunUn netto 2-0 permette al Milan campione d’Europa di mantenere il secondo posto in classifica alla pari con la travolgente Roma di Bologna ed a due lunghezze dalla Juventus, prima con 26 punti. La decima giornata di SerieA era iniziata sabato con le convincenti prove dell’Inter e dei campioni d’Italia, era proseguita con lo show della Totti band, le deprimenti risse dell’Olimpico e la sorprendente caduta del Parma ad Empoli. Toccava agli uomini di Ancelotti chiudere in bellezza su un campo dove non aveva mai vinto in campionato. Le prove di Laursen, Ambrosini e Tomasson hanno fugato ogni dubbio sull’affidabilità di una formazione costretta a fare a meno di diversi elementi in vista di un periodo molto impegnativo prima della sosta natalizia. I blandi ritmi dei rossoneri sembravano portare verso un altro 0-0, con le uniche emozioni date da una pericolosa conclusione di Rui Costa (ancora alla ricerca di un gol che manca da due anni e mezzo) e dall’espulsione del tecnico dei veneti Del Neri. Ma nel finale della prima frazione di gioco arriva la rete del vantaggio. Illuminante apertura di Pirlo, cross di Gattuso e prorompente stacco di Shevchenko, alla sua centesima rete in maglia rossonera. All’inizio del secondo tempo la chiusura: lancio di un attivissimo Rui Costa e destro vincente del “Re dell’Est” che chiude la gara superando l’incolpevole Marchegiani. Il resto è stata ordinaria amministrazione per un Milan in piena forma fisica, che ha sfiorato il 3-0 con Tomasson (palla sulla traversa) ed ha visto l’esordio stagionale di Borriello, oltre agli ingressi di Redondo e Seedorf, subentrato ad uno Shevchenko ancora voglioso di dare il suo contributo. Ma l’Ajax incombe; la decisiva sfida di Champions segnerà i rientri di Inzaghi, Kakà e forse Maldini, ma il contributo del capocannoniere della SerieA è troppo importante per potersi permettere inutili rischi. Dopo Amsterdam ci sarà il Modena, sperando che da Juventus- Inter di sabato arrivino buone notizie per recuperare punti nella corsa-scudetto. Il tutto con la mente verso Yokohama, sede della finale Intercontinentale, dove il 14 Dicembre il Boca Juniors contenderà al Milan il titolo di campione del mondo.

Google+
© Riproduzione Riservata