• Google+
  • Commenta
10 novembre 2003

Enzo Sellerio fotografa la Storia della Sicilia

“Enzo Sellerio, Fotografie ’50-‘89” è il titolo della mostra fotografica di Sellerio, più noto forse come l’editore siciliano che ha scoperto, fra gli“Enzo Sellerio, Fotografie ’50-‘89” è il titolo della mostra fotografica di Sellerio, più noto forse come l’editore siciliano che ha scoperto, fra gli altri, Camilleri. La rassegna, al complesso di S. Sofia dal 12 settembre al 13 ottobre, rappresenta un importante tassello non solo per approfondire la biografia dell’autore, ma principalmente per lo sguardo rivolto sui piccoli particolari di una Sicilia che lentamente rimarginava le ferite del dopoguerra, mentre nella metà degli anni ’60 si avviava verso il Boom che nel centro-nord già aveva cambiato la vita di molti italiani. Storie di un vecchio mondo, quello agricolo, che languiva sotto i colpi della volontà di cambiare. Accanto alle testimonianze della dura semplicità della vita, gli sguardi che tradiscono l’imbarazzo di vecchi pudori violati dall’obiettivo, e sorrisi sdentati incastonati nei volti già vecchi dei bambini del dopoguerra. Andando avanti nel tempo, Sellerio si accosta al mondo della cultura, con i ritratti di Manzù, Miller, Villari, Carlo Levi, Sciascia e con alcuni scatti che fanno sbirciare tra le riprese del Gattopardo di Visconti o del Mafioso, con un Sordi sorpreso a sbadigliare fra una scena e l’altra. In sintesi, fotografie testimoni di umili memorie sempre più sbiadite, più che vere e proprie opere d’arte.

Google+
© Riproduzione Riservata