• Google+
  • Commenta
21 novembre 2003

SOS animali

Riceviamo e pubblichiamo: Probabilmente meglio di tutti, noi studenti conosciamo quanto sia importante farci sentire, urlando e imprecando a favore deRiceviamo e pubblichiamo: Probabilmente meglio di tutti, noi studenti conosciamo quanto sia importante farci sentire, urlando e imprecando a favore delle idee in cui crediamo, dando luogo a proteste e cortei affinché la nostra voce si possa udire! Questa volta però i diritti da tutelare non sono quelle dei giovani, ma quelli dei nostri amici a quattro zampe. Stavolta sono loro ad abbaiare in piazza, pronti per il Dog Pride. In alcune città come Milano e Firenze, i movimenti di protesta sono già iniziati per dire no all’ordinanza del ministro Sirchia in materia di “cani aggressivi”. “Siamo tutti potenzialmente pericolosi” recitava lo striscione dietro al quale sfilavano in corteo a Milano circa 2.000 persone, accompagnati dai loro cani al guinzaglio. E similmente a Firenze il Dog-Pride si è tenuto davanti alla prefettura.
A Salerno è nato da pochi giorni nella sala delle commissioni di Palazzo di Città il “Comitato cittadino salernitano per la difesa dei diritti degli animali”, che promette battaglia per la difesa dei diritti degli animali. Un’iniziativa che interesserà sicuramente molti cittadini, giudicando dalle numerose adesioni ricevute fin ora; come sempre l’università avrà un ruolo indispensabile.
L’obiettivo principale è condurre campagne di sensibilizzazione per la libertà e contro lo sfruttamento degli animali.
Le proposte dei partecipanti al Comitato:
– il ripristino dell’uso del guinzaglio in alternativa alla museruola;
– campagne di sterilizzazione ed adozione per ridurre il randagismo;
– una legge contro il combattimento tra cani;
– boicottaggi di prodotti testati sugli animali;
– contestazione sia in piazza che per via legale contro i circhi con gli animali, sottoposti a continue sofferenze e torture durante spettacoli che li distruggono sia fisicamente che psicologicamente;
– l’abolizione della vivisezione, pratica antiscientifica ed immorale. Gli animali vengono avvelenati, ustionati, accecati, mutilati, sono forzati ad ingerire sostanze di ogni genere come i pesticidi; vengono sottoposti a test psicologici, irradiati con raggi di ogni tipo, cosparsi di “insetticidi”, disinfettanti, conservanti, resi dipendenti da droghe, virus e gas a scopo bellico;
– sostegno alla campagna antivivisezione praticata dalla LAV;
– la costituzione di un “legal team” che si occupi della denuncia di tutte le sofferenze cui sono sottoposti quotidianamente gli animali.

Insomma creare un movimento di massa finalizzato all’affermazione dei diritti degli animali.
Una prima iniziativa di massa che si sta cercando di organizzare è la manifestazione canina “Dog-Pride”, che si propone allo stesso tempo di sensibilizzare la città di Salerno circa le problematiche sopra indicate e contestare “spazio animali”.
Chiunque crede in queste idee e vuole far parte del comitato cittadino salernitano sarà sempre il benvenuto.
Per eventuali adesioni o semplicemente per richiedere ulteriori informazioni:
lucalongonamyasia@msn.com
www.chiuderemorini.net

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy