• Google+
  • Commenta
15 gennaio 2004

“Attenti a quei due del bar”

L’università è ricca di personaggi stravaganti, basta pensarci un po’ su, e già le dita delle mani non bastano per contarli. Così un giorno girando peL’università è ricca di personaggi stravaganti, basta pensarci un po’ su, e già le dita delle mani non bastano per contarli. Così un giorno girando per il campus di Lancusi mi stavo chiedendo chi avrei dovuto spiaccicare sulla pagina della nostra consuetudinaria rubrica del ”personaggio del mese”, una specie di tapiro che diamo solo ai più “grandi”, quando entrato nel bar attiguo alla mensa universitaria avvicinandomi al bancone sento un bel ”a frociooo!” Ecco, avevo appena trovato il mio personaggio del mese, anzi i miei due personaggi. Non sentendomi chiamato in causa, in quanto eterosessuale, (è l’unica cosa su cui non ho dubbi, almeno per ora!) non mi girai, quando mi accorsi che uno dei due baristi, Mario per la precisione, ce l’aveva proprio con me! Ero tra l’attonito e lo sconcertato, quando sentii che l’altro barista, Tonino, nel servire il caffè ad un attempato studente con grande scioltezza gli gridava in un orecchio ”ecco a te, a stronzooo!”. Mi accorsi di essere entrato nell’unico bar di Salerno e provincia, almeno secondo le mie ridotte conoscenze in tema, gestito un po’ alla maniera del notissimo ristorante romano ”La Parolaccia”. Per chi non lo sapesse, in questo rinomatissimo locale frequentato da molti vip, ti servono succulenti piatti tipici a suon di parolacce ed improperi, il tutto però condito dalla grande veracità dei camerieri che ti insultano gridando, ma con grande simpatia…almeno così dicono! Cominciai così a conversare piacevolmente con Mario, aveva una t-shirt di Totti, forse la più famosa quanto contestata delle tante sottomaglie che vestono i calciatori, quella con su scritto “vi ho purgato ancora” che il pupo romano mostrò in occasione di un gol segnato alla Lazio.
Stavo per bere il caffè e mi chiedevo quale fosse il messaggio subliminale della maglia. Quando poi ingurgitai la scura bevanda calda capii tutto. In effetti chiacchierando con gli studenti capii che il prodotto più richiesto da loro non era tanto il caffè quanto la simpatia dei due “comici barman” che riuscivano a sdrammatizzare anche una pesante e stressante giornata di studio e lezioni.
A tal proposito le matricole mi hanno anche recitato gli ormai celebri versi che enfatizzano i caffè preparati dalla ”strana coppia”, e che ormai girano per tutta l’università: Col caffè di Tonino vai al bagno al mattino; col caffè di Mario vai al bagno in ogni orario! (per una resa maggiore del testo si consiglia una lettura metrica).
Ma se è vero che il caffè non è proprio il loro forte (alcuni però dicono che Tonino se si impegna riesce a farlo anche “gradevole”!), tutti sono d’accordo su una cosa, la grande bontà d’animo dei due “ragazzacci” (chiamiamoli così anche se l’età non lo permetterebbe, magari ci scappa un caffè). In tanti infatti mi hanno parlato della loro generosità, sono molto legati agli studenti e anche se capita che al momento qualcuno non disponga di spiccioli, il caffè è offerto dalla casa, e non solo il caffè (fortunatamente). Quando poi va male qualche esame, c’è sempre una seria e buona parola di conforto, prima del fatale ma bonaccione improperio. Insomma che dire…attenti a quei due, quando vi avvicinerete al bancone del loro bar… non si sa mai quello che potrebbe accadere!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy