• Google+
  • Commenta
29 marzo 2004

Non ti muovere

Regia: Sergio Castellitto
Interpreti principali: Sergio Castellitto; Penelope Cruz; Claudia Gerini.

Al capezzale della figlia inRegia: Sergio Castellitto
Interpreti principali: Sergio Castellitto; Penelope Cruz; Claudia Gerini.

Al capezzale della figlia in coma per un incidente stradale, un medico ripercorre la sua vita, ricordando il doloroso percorso di amore e dolore che si è lasciato alle spalle. Sposato ma evidentemente poco felice della sua vita familiare, Timoteo (Castellitto) incontra per caso Italia (Cruz) una derelitta che vive in un degradato sobborgo e che non ha nulla in cui sperare. L’incontro tra i due è violento, sia dal punto di vista emotivo che da quello visivo. La desolazione dei luoghi, il degrado e la solitudine, si riversano sul volto e sul corpo di Italia che appare distrutta e in rovina come le case semi-demolite in mezzo alle quali vive. Il calore soffocante è il segnale più evidente che si manifesta sul viso di Timoteo di un disagio personale più intimo che esteriore. La storia che nasce tra i due diventa ciò che dà senso alla vita della disgraziata ragazza e che fa rinascere in Timoteo la voglia di amare veramente. Sua moglie Elsa (Gerini), molto più preoccupata di apparire che di realmente essere, non è certamente la donna che lui desiderava avere accanto per tutta la vita.
L’ottima interpretazione degli attori, soprattutto i tre principali già noti al pubblico per la grande carica emozionale che sono capaci di trasporre nei loro personaggi, fa sì che il film diventi molto più interessante di quello che in realtà può essere, una storia di amore e tradimento a tratti molto triste ma forse esageratamente tragica.

Gaetano Maiorino

Google+
© Riproduzione Riservata