• Google+
  • Commenta
15 maggio 2004

“Il caso Mattei”, di Francesco Rosi

Uscito (non senza suscitare polemiche) nel 1972, Il caso Mattei rappresenta senza dubbio uno dei film più riusciti nel suo genere. Girato da Frances
Uscito (non senza suscitare polemiche) nel 1972, Il caso Mattei rappresenta senza dubbio uno dei film più riusciti nel suo genere. Girato da Francesco Rosi come una grande inchiesta, in cui si mescolano spezzoni televisivi, documentario e biografia romanzata, il caso non perde mai di unità, facendo appassionare lo spettatore alla storia di Enrico Mattei. Presidente dell’ENI, egli svincolò (o almeno tentò di farlo) la politica energetica italiana dall’egemonia delle Sette Sorelle, impostando rapporti diretti con i paesi produttori del Medio Oriente e l’URSS, andando incontro però a prematura morte in un misterioso incidente aereo nel 1962. Il film parte da qui per ricostruire la vicenda umana e professionale di Mattei, incarnato alla perfezione dal compianto Gian Maria Volontè che, con cura esemplare, mette una grande intensità sempre al servizio e mai al di sopra del personaggio. Forse, a dir la verità, un po’ appiattito dalla ricostruzione a tema, che però non sfocia mai nell’oleografia, ma conserva tutta la forza di un sentito atto d’accusa.
Peppe Tufano

Google+
© Riproduzione Riservata