• Google+
  • Commenta
11 luglio 2005

Elezioni del Preside di Ingegneria

Il Professor Vito Cardone, ordinario di Disegno, è stato rieletto oggi Preside della Facoltà di Ingegneria, che dirige dal novembre 2001. Il professoIl Professor Vito Cardone, ordinario di Disegno, è stato rieletto oggi Preside della Facoltà di Ingegneria, che dirige dal novembre 2001. Il professor Cardone ha ottenuto 122 preferenze sui 151 voti espressi nella tornata odierna dai 163 aventi diritto.
Nato il 25 ottobre del 1947 a Napoli, dove nel 1971 si è laureato in Ingegneria Civile, Vito Cardone inizia la carriera accademica nel 1971 nei settori della progettazione e della rappresentazione dell’architettura e del territorio, con un vasto impegno interdisciplinare nel campo dell’ingegneria civile. Storico della formazione dell’ingegnere contemporaneo, su tale argomento è stato invitato a svolgere conferenze e relazioni in varie università italiane e straniere.
Obiettore di coscienza – in quanto radicale, nonviolento e antimilitarista – è stato tra i promotori della Lega degli obiettori di coscienza, diventandone poi (1973-74) segretario nazionale.
Da sempre impegnato per l’unità e la diffusione della cultura, nel 1977, succedendo ad Aldo Masullo, fu eletto alla presidenza del Comitato provinciale napoletano dell’ARCI: l’associazione di cultura della qua1e, nel 1980, divenne anche presidente del Comitato regionale campano.
Dal 1981 si è dedicato esclusivamente all’università, all’attività professionale ed editoriale. Ha collaborato con quotidiani (tra cui “Paese Sera” e “Il Mattino”) e riviste. Ha fondato e diretto la collana “Ritratti di città”, della ACE di Napoli, per la quale ha anche curato e tradotto il libro: Benito Pérez Galdós, Le città italiane, 1993. Per la CUEN srl dirige la collana “Architettura e città” ed ha pubblicato i libri: Bagnoli nei Campi Flegrei;, 1989; Il tufo nudo nell’architettura napoletana, 1990; L’identità dei Campi Flegrei (con Lia Papa), 1993; Appunti delle lezioni di Disegno, 1994, Gaspard Monge. Scienziato della Rivoluzione, 1996, e Modelli grafici dell’architettura e del territorio, 1999.
Tra le altre sue maggiori pubblicazioni: L’intorno della residenza, Bari, Dedalo, 1977; Nisida, storia di un mito dei Campi Flegrei, Electa, Napoli, 1992; Leandro Fernàndez De Moratìn: Napoli, una corte sul mare, 1998.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy