• Google+
  • Commenta
8 luglio 2005

Festival dei Due Mondi

Dal 1°al 17 luglio Spoleto si trasforma in un unico grande palcoscenico con concerti, spettacoli, incontri e mostre. Si parte con il concer

Dal 1°al 17 luglio Spoleto si trasforma in un unico grande palcoscenico con concerti, spettacoli, incontri e mostre. Si parte con il concerto inaugurale di sabato 2 luglio nella splendida cornice di piazza Duomo. Diretto dalla nuova stella Mikko Franck, giovanissimo finlandese che dal suo debutto ha collezionato successi in tutto il mondo e che è già direttore stabile dell’Orchestre National de Belgique. La “bacchetta magica” Franck, Jean-Yves Thibaudet, uno dei più noti virtuosi della tastiera, e l’Orchestre National de Belgique sono stati i protagonisti di una serata fantastica.
Al Teatro Caio Melisso si è esibito il cantante tedesco Max Raabe accompagnato dalla Palast Orchester, uno dei fenomeni più interessanti usciti dal mondo della musica negli ultimi anni.
Per la lirica, al Caio Melisso è in programma il 12, 13, 15 e 16 luglio una rara opera di Georg Friedrich Haendel Fernando re di Castiglia, diretta dallo specialista Alan Curtis alla guida del Complesso Barocco.
Per la danza grande debutto italiano al Teatro Romano per la compagnia Interplay Dance Theatre dal primo al 3 luglio. Sempre al “Romano” la Elisa Monte Dance dal 7 al 17 luglio, festeggerà il venticinquesimo anniversario di attività mentre a Piazza del Duomo si svolgerà il tradizionale Dance Gala, l’8, il 9 e il 10 luglio 2005, curato da Gregor Hatala, primo ballerino dell’Opera di Vienna, che presenterà numerose etoile internazionali come Jose Manuel Carreño, ballerino di origine cubana star dell’American Ballet Theatre, oltre a Larisa Lezhnina, Elisabeth Golibina, Ayako Nakano, Sergio Bustinduy, Gabor Oberegger e Rudolph Wächter.
A completare il ricco programma saranno gli appuntamenti tradizionali del Festival a cominciare dai Concerti di Mezzogiorno tutti i giorni dal 2 al 17 luglio 2005, che da sempre offrono una delle migliori selezioni di virtuosi al mondo. Solo per nominarne alcuni: l’Orchestre National du Belgique & Mikko Franck, Gautier Capoucon, Laura Buruiana, The Attacca String Quartet, Benjamin Moore.
Il Concerto Finale in Piazza quest’anno vedrà protagonista un grande direttore Yuri Temirkanov che dirige l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo con un programma classico e molto amato dal pubblico: Ouverture 1812 di Pyotr Ilyich Tchaikovsky e le Danze sinfoniche di Sergej Rachmaninov.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy