• Google+
  • Commenta
5 agosto 2005

Agropoli ospiterà i bambini del Saharawi

Solidarietà e ospitalità da parte di associazioni e cittadini agropolesi.

In questi giorni un gruppo di bambini tra gli 8 e i 12 anni sarà

Solidarietà e ospitalità da parte di associazioni e cittadini agropolesi.

In questi giorni un gruppo di bambini tra gli 8 e i 12 anni sarà ospite per qualche settimana, dal 2 al 12 agosto 2005, in numerose località turistiche della Provincia di Salerno tra cui anche Agropoli. I piccoli provengono dai campi profughi sorti trent’anni fa nel deserto sud occidentale dell’Algeria, un insieme di tendopoli che ospita circa 170 mila persone fuggite dall’ex Sahara Occidentale Spagnolo. L’ONU ha da qualche anno riconosciuto al popolo Saharawi lo status di rifugiati, per questo essi vengono assistiti, anche dando loro ospitalità in luoghi più accoglienti ed ospitali di quello da cui provengono. Per alcuni mesi all’anno, almeno un paio, si cerca di garantir loro delle condizioni climatiche più accettabili, infatti, nel deserto dove vivono tutto l’anno ci sono 65° C. Qui in Italia possono recuperare le forze con un’alimentazione completa e corretta ed avendo a disposizione pediatri, dermatologi, dentisti per effettuare eventuali cure sanitarie appropriate possono rendersi più forti per affrontare un nuovo anno nel Sahara.

Questa iniziativa fortemente voluta dall’Amministrazione comunale di Agropoli, dall’Assessore alle Politiche sociali, dal Sindaco e positivamente e sensibilmente accolta dalla cittadinanza nasce dalla scelta di entrare in contatto con un popolo, il Sahawariano, disastrato nelle condizioni attuali e, purtroppo, da previsione, anche in quelle future. L’impegno dell’Amministrazione, delle Associazioni di Agropoli e di tutta la popolazione ha quindi una profonda ed ulteriore sensibilità tale da permettergli di entrare in contatto con quelle che sono le altrui ricchezze e le deprivazioni che li hanno afflitti, contribuendo, in prima persona, ad alleviarle.

«Sono contento di aver realizzato quest’iniziativa e sono particolarmente orgoglioso e soddisfatto della reazione e della mobilitazione che per essa hanno avuto le Associazioni e i cittadini di Agropoli. Ho visto da parte loro una grande sensibilità ed un profonda condivisione delle condizioni dei Sahawariani accompagnata da un attivo impegno per cercare di alleviarle» dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali Vincenzo D’Ascoli.

«Credo che questa esperienza sia positiva per tutti noi, condividere con chi è meno fortunato le sue condizione ed essere parte della soluzione rende la nostra estate, le nostre vacanze più leggere e piene. Agropoli offre divertimento, mare, ma anche occasioni di crescita sociale» dichiara il Sindaco Antonio Domini.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy