• Google+
  • Commenta
25 agosto 2005

L‘Università degli Studi di Verona e il Terzo Settore

Il terzo settore individua, per differenze, un ambito di attività estremamente diversificato che va dalla cooperazione sociale, all’associazione, al vIl terzo settore individua, per differenze, un ambito di attività estremamente diversificato che va dalla cooperazione sociale, all’associazione, al volontariato; realtà radicate e diffuse in tutto il nostro territorio. Il Terzo Settore può essere considerato una forma di autodeterminazione della società civile, in cui si valorizzano le persone e si fornisce un contributo importante alla qualità della vita nelle nostre comunità. Il Terzo Settore si propone quale soggetto in grado di rinnovare i processi di sviluppo del nostro Paese, in grado di innescare processi di partecipazione e di coinvolgimento dei cittadini nell’organizzazione e nella produzione di beni e servizi di interesse collettivo.
L’Ateneo veronese, con le sue otto facoltà, i 65 corsi di laurea, i 58 dottorati di ricerca, le 42 scuole di specializzazione, i Master ed i corsi di perfezionamento, costituisce una realtà unica ed insostituibile nell’offrire opportunità di collaborazione in piani di sviluppo di ambito sociale. D’altra parte, le dimensioni di questa offerta formativa di base, continua e permanente, si è in concreto realizzata in una serie di iniziative didattiche che hanno consentito la efficace copertura delle richieste provenienti da parte di istituzioni pubbliche quali, ad esempio, le strutture del sistema sanitario nazionale o l’ambito degli operatori sociali. L’autonomia universitaria ha consentito ampie facoltà di scelta che hanno visto realizzarsi in Verona intensi collegamenti con il territorio e con le esigenze del sistema produttivo, con ciò intendendo sia il mondo delle aziende pubbliche e private, sia quello delle associazioni e del volontariato, cui questo Ateneo ha prestato da tempo specifica attenzione nelle proprie offerte e disponibilità. Di seguito presentiamo una selezione di insegnamenti, corsi e master che propongono connessioni dirette con il Terzo Settore, particolarmente sensibile in questa Regione alla realizzazione di sinergie positive (per ulteriori dettagli è possibile visionare la Guida all’offerta formativa del Terzo Settore pubblicata all’indirizzo www.univr.it/orientamento).

Corsi di Laurea
Scienze del Servizio Sociale.
Scienze dell’Educazione.
Esperto nei processi formativi.
Corsi di Laurea
Progettazione e attuazione di interventi di servizio sociale ad elevata complessità.
Scienze Pedagogiche.
Scienze delle Attività Motorie Preventive ed Adattate.
Master di I (*) e II livello
Corporate Governance e Responsabilità Sociale di impresa.
Epidemiologia valutativa.*
Esperto in cultura della sicurezza, della salute, della qualità sociale del lavoro e responsabile del servizio di prevenzione e protezione.
Esperto Progettazione e Gestione del sistema per la formazione continua e l’apprendimento nelle organizzazioni e nei sistemi complessi.*
Intercultural competence and management.
Mediazione familiare.
Modelli e metodi del Tutorato nei tirocini delle professioni sanitarie e sociali.
Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi esistenziali.
Pedagogia cognitivo-neuro-motoria.
Tecniche Manageriali per coordinatori delle Professioni Sanitarie (Polo di Vicenza).
Tecniche Manageriali per coordinatori delle Professioni Sanitarie (Polo di Trento).
Terapia occupazionale (corso di perfezionamento).
Progetti di ricerca
Mediatore di rete ed esperto in qualità dei servizi sociosanitari.
Mediatore di rete ed esperto in qualità dei servizi sociosanitari rivolti ai disabili.
Dispositivi di mediazione culturale tra istituzioni e territorio: metodologie, pratiche, formazione.
Reti di relazioni e capitale sociale nella realtà veronese.
La prevenzione della emarginazione sociale nell’anziano attraverso la pratica di attività motoria: realtà attuale e sperimentazione di un modello di sviluppo.
L’attività istituzionale delle fondazioni bancarie – dalla gestione al bilancio.
Il terzo settore in Italia: culture e pratiche.
La volorizzazione del capitale sociale.

Google+
© Riproduzione Riservata