• Google+
  • Commenta
30 agosto 2005

Presentato il libro di Francesco D’Adamo “Johnny il Seminatore”

Si è svolta ieri sera presso l’Hotel Carola la manifestazione “Ti presento un libro” curata dal Comune di Agropoli ed inserita, quale ultimo appuntameSi è svolta ieri sera presso l’Hotel Carola la manifestazione “Ti presento un libro” curata dal Comune di Agropoli ed inserita, quale ultimo appuntamento a chiusura della stagione estiva 2005, nel programma estivo 2005.
Protagonista dell’evento è stato Francesco D’Adamo, autore milanese, docente delle superiori, da tempo impegnato nella letteratura per ragazzi che ha presentato alla platea di cittadini e turisti agropolesi il suo ultimo volume dal titolo “Johnny il seminatore”. La storia di un soldato italiano chiamato a combattere in una delle tante Guerre di oggi, raccontata dalla sorellina quattordicenne, Belinda, ai suoi coetanei, cui è rivolto il libro, che può, tuttavia, essere letto ad un livello più profondo anche dagli adulti che vi troveranno non risposte alle loro domande, ma come dice la stessa protagonista, si faranno quei giusti ed importanti quesiti sulla guerra che non è possibile ignorare o relegare in qualsiasi Laggiù, in cui hanno luogo le guerre, dal momento che esse sono parte responsabile della vita di ognuno di noi.
«Per tutti il protagonista, il soldato Johnny è un eroe, ma egli non si sente tale, ha solo seminato mine, come fosse un routinario lavoro d’ufficio, nei luoghi di vita di civili innocenti, sul greto del fiume, nei loro villaggi, nei pascoli dove allevano il loro bestiame o dove coltivano i prodotti per la loro sopravvivenza. Di questo però non se ne è reso conto finché non li ha visti come fantasmi lenti e monchi, mentre si trascinavano senza più speranza in uno spazio senza tempo popolando per sempre la sua coscienza. A chi lo vuole un eroe, Johnny racconta tutto questo, ma non tutti sono pronti ad ascoltarlo e a capirlo, a capire quanto è brutta la guerra» racconta D’Adamo.
All’evento erano presenti il Sindaco di Agropoli, Antonio Domini, e i rappresentati del gruppo locale di Emergency, associazione a cui l’autore è molto legato per il suo impegno nei luoghi della guerra tanto da aver scelto di devolverle 0,50 € dei 12,00 € del prezzo di copertina del libro edito dalla Fabbri. Clelia De Nardo e Fulvia Grillo hanno descritto, in un toccante intervento, l’impegno dell’associazione nel cercare di lenire le sofferenze e i dolori delle popolazioni colpite da mine subdole, dai colori vivaci ed ingannatori che uccidono per sempre la normale vita di chi le prende tra le proprie mani.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy