• Google+
  • Commenta
26 settembre 2005

Bilancio della quinta edizione di “Cibo e Dintorni”

Trionfali i dati della quinta edizione di “Cibo e…dintorni” che in messo in contatto duecento aziende locali con una folta e qualificata platea di bTrionfali i dati della quinta edizione di “Cibo e…dintorni” che in messo in contatto duecento aziende locali con una folta e qualificata platea di buyers (novanta) provenienti da Svezia, Grecia, Svizzera, Romania, Regno Unito, Francia, Spagna, Belgio e Italia. I contatti attivati sono stati numerosissimi: 300 i contratti chiusi durante i workshop e ben 700 quelli avviati e che si concretizzeranno nei prossimi giorni, per un valore complessivo di svariati milioni di euro (la quantificazione precisa sarà possibile soltanto nei prossimi mesi).
In virtù di questi accordi i buyers “sperimenteranno” nei rispettivi paesi di origine i prodotti nostrani acquistati in fiera, per poi decidere se ed in quali quantitativi proseguire la vendita. Un’opportunità comunque di enorme rilevanza per le aziende (in prevalenza di piccole dimensioni) della provincia di Salerno, che si trovano fin d’ora, in questa fase di sperimentazione, a dover fornire quantitativi di merce assolutamente inusuali.
Per il prossimo anno già si preannunciano ulteriori opportunità per le aziende nostrane, con importanti catene distributive americane (e segnatamente un gruppo con sede in Miami) che hanno già chiesto di partecipare con una propria rappresentanza alla sesta edizione di “Cibo e…dintorni”.
Lusinghiero anche l’afflusso di visitatori agli stand, talmente considerevole da creare qualche problema di viabilità, esternamente al Centro Agroalimentare, ma anche di circolazione interna alle aree espositive. Almeno 30 mila le persone che hanno visitato la quinta edizione di “Cibo e…dintorni”.

Remo Ferrara

Google+
© Riproduzione Riservata