• Google+
  • Commenta
8 settembre 2005

L’Italia vince e convince

Con un rotondo 4-1 l’Italia si sbarazza della Bielorussia e, complice la vittoria della Scozia in Norvegia, si trova con un piede e mezzo in Germania.Con un rotondo 4-1 l’Italia si sbarazza della Bielorussia e, complice la vittoria della Scozia in Norvegia, si trova con un piede e mezzo in Germania. Lippi conferma il modulo che ha deluso in Scozia ma ne cambia alcuni interpreti e soprattutto l’interpretazione; al posto degli squalificati Zambrotta e De Rossi ecco Grosso e Camoranesi , mentre Gilardino e Toni hanno sostituito Vieri e Iaquinta. Grande prestazione del centrocampo azzurro, Gattuso e Camoranesi si sono cambiati continuamente posizione così da non lasciare punti di riferimento agli avversari e un ispiratissimo Totti ha giocato a tutto campo, andando spesso a prendere palla davanti alla difesa, duettando molto bene con Pirlo e dando un contributo fondamentale in tre dei quattro gol.
Partita senza storia, la modesta Bielorussia non può nulla contro gli azzurri nettamente superiori, anche se proprio i padroni di casa si portano in vantaggio dopo appena quattro minuti. La reazione italiana non si fa attendere; passa un minuto e Toni, servito in area da Camoranesi, stoppa e tira superando il portiere. L’Italia prende in mano il gioco; si fa pericolosa con un paio di conclusioni dalla distanza di Totti e poi al 14° ancora Toni servito da Grosso insacca di testa. La Bielorussia accusa il colpo e sembra non avere forze per reagire e allora l’Italia, senza forzare più di tanto, prova a chiudere la partita prima con una conclusione da fuori di Gattuso: parata (17°) , poi con Totti su punizione: respinta (20°) , ancora Gattuso da fuori: palla a lato(21°), poi ci prova Toni tirando alto(24°), Totti vuole il gol a tutti i costi: prima tira fuori(32°) e poi trova il portiere a negargli la realizzazione (34°), al 44° è Camoranesi a sfiorare il gol per un soffio, gol che trova dopo un minuto con un destro dal limite. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 3-1.
I primi minuti della ripresa vedono un tentativo di reazione dei padroni di casa, ma l’Italia spegne definitivamente ogni speranza andando in rete con Toni (54°), che realizza la sua tripletta personale. Non ci sono più emozioni, la partita scorre lenta fino alla fine:unico episodio degno di menzione è la sostituzione di Toni al 77°, che si guadagna i meritatissimi applausi del pubblico.
Mentre lascia il campo Lippi è visibilmente soddisfatto e spende parole di elogio per i suoi, anche se l’avversario era poca cosa, gli azzurri hanno espresso almeno un’ ora di buon gioco.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy