• Google+
  • Commenta
10 settembre 2005

Meeting Internazionale sul riscaldamento a Microonde e Radiofrequenza

Per la prima volta nella sua recente storia Modena ospita il biennale Congresso Internazionale di AMPERE (Association for Microwave Power in Europe foPer la prima volta nella sua recente storia Modena ospita il biennale Congresso Internazionale di AMPERE (Association for Microwave Power in Europe for Research and Education), l’associazione no-profit che a livello europeo si occupa della ricerca e della diffusione del riscaldamento a microonde e radiofrequenza.

Il riscaldamento dielettrico, ed in particolare l’impiego delle microonde e delle radiofrequenze, permette anche a livello industriale di ottenere i benefici che già da tempo sono noti a chi utilizzi un fornetto domestico: rapidità e selettività di riscaldamento, elevata penetrazione dell’energia nel materiale trattato, e possibilità di sfruttare effetti specifici e peculiari, che accelerano i processi diffusivi o migliorano la reattività chimica.

Giunto alla sua decima edizione, l’appuntamento, che si terrà dal 12 al 15 settembre 2005 presso la facoltà di Ingegneria (via Vignolese 905), si propone di sviluppare le sinergie tra il sistema industriale e commerciale ed i centri di ricerca pubblici, in particolare delle università, qualificandosi come una fondamentale sede di incontro per accrescere gli scambi di conoscenze ed allargare le esperienze di trasferimento tecnologico di ricerche e studi avviati in questo campo.

L’interesse per l’iniziativa, che vede impegnato in prima fila il Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, l’Associazione Italiana di Ingegneria dei Materiali-AIMAT e la divisione di Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali della Società Chimica Italiana, ricevendo il sostegno dell’Accademia Nazionale delle Scienze, della Camera di Commercio di Modena, della CNA-Assomeccanica di Modena e di numerose aziende del settore, è testimoniato dalla qualificata e folta presenza di oltre 150 ospiti italiani e stranieri, provenienti da più di 30 Paesi del mondo.

“E’ un onore per me e per i colleghi dell’Ateneo – ha spiegato la prof. ssa Cristina Leonelli, docente di Fondamenti chimici delle tecnologie all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e Presidente del Comitato organizzatore – avere avuto questa opportunità, che sottolinea e riconosce il ruolo giocato dai ricercatori modenesi in questo affascinante campo di interesse scientifico che li vede impegnati, prima a livello nazionale e poi a livello europeo ed internazionale, nella diffusione di una tecnologia da molti indicata come . In diversi settori, infatti, è stato possibile giungere a processi più rapidi o più , grazie alle particolari proprietà delle onde elettromagnetiche utilizzate. I processi, però, vanno studiati e adattati al materiale da produrre in maniera molto oculata. Ecco perché è fondamentale il continuo confronto tra studiosi, produttori ed utilizzatori di questa tecnologia. Il convegno rappresenta una tappa biennale essenziale in un percorso che ha portato questa tecnologia a trattare i materiali più svariati, a partire dai cibi, con scongelamento e cottura, o anche solo essiccamento, al legno, alle fibre tessili alla carta, ai ceramici fino ai metalli ed ai tessuti biologici. Oggi è, infatti, possibile procedere a fusioni di leghe e composti metallici particolari, anche in apparecchi operanti alla frequenza delle microonde, e non solo alle radiofrequenze, come in passato. Ma, dicendo questo sconsiglio fortemente dal provare gli effetti con la forchetta nel forno a microonde di casa. Per quanto riguarda i campioni biologici è già stato messo a punto un processo rapidissimo per la preparazione di campioni istologici che permette l’individuazione di forme tumorali addirittura durante l’intervento, dando così al chirurgo la sicurezza di operare al meglio. Il raggiungimento di questi risultati è frutto di anni di studio, che hanno visto e vedono il Rettore del nostro Ateneo impegnato in prima linea nel coordinamento a livello nazionale di numerosi progetti di ricerca, finanziati da enti quali il CNR ed il MIUR, che hanno coinvolto oltre una quindicina di laboratori specializzati nelle più diverse discipline, dalla chimica, all’elettronica, dalla farmaceutica alla modellazione matematica. E’ proprio l’aspetto multidisciplinare, così difficile da gestire, ma così fruttuoso, che caratterizzerà anche il convegno di Modena”

La cerimonia di apertura, affidata ai saluti del Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani, all’assessore alla Pubblica Istruzione ed università dott.ssa Adriana Querzè, al responsabile provinciale della CNA-Assomeccanica dott. Stefano Colletta e ad membri dell’AMPERE, si svolgerà alle ore 17,00 di lunedì 12 settembre nella solenne cornice dell’Aula Magna dell’Ateneo in via Università, 4 a Modena.

Il Preside della facoltà di Ingegneria di Modena prof. Paolo Tiberio, ed il Direttore del Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente prof. ssa Anna Corradi apriranno le sessioni tecnico- scientifiche che seguiranno a partire dalla mattinata di martedì 13 settembre.

Nelle giornate successive, articolate in 9 sedute tematiche, che approfondiranno la modellizzazione numerica, le applicazioni in medicina, ai materiali ed ai processi, gli aspetti industriali e commerciali, la normativa italiana ed internazionale, i partecipanti saranno ospitati nella aule della facoltà di Ingegneria, dove potranno assistere alla lettura di 140 contributi scientifici ed a 10 letture magistrali. Particolare attenzione sarà prestata all’evoluzione degli aspetti tecnici ed alle applicazioni, cui sarà dedicato uno specifico spazio espositivo. Sono anche stati banditi tre premi da 500 euro ciascuno per studenti e giovani ricercatori provenienti da paesi extracomunitari.

Ai congressisti sarà offerta anche l’opportunità di compiere alcune visite turistiche ai luoghi storici di Modena e Parma, ed ad un’acetaia in cui si produce aceto balsamico tradizionale.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy