• Google+
  • Commenta
24 ottobre 2005

Borgo dè Coronati: per rivivere il passato

Borgo dè Coronati deve il suo nome alla potente famiglia genovese Coronati, qui vi risiedeva la famiglia di Giovanni, Archino e Guglielmo, padroni di Borgo dè Coronati deve il suo nome alla potente famiglia genovese Coronati, qui vi risiedeva la famiglia di Giovanni, Archino e Guglielmo, padroni di ricchi possedimenti nell’Agro. Vi era la strada dei mercanti di Angri con il Torrione (Mastio) e porta dell’Aquilone con supportico per le pubbliche assemblee. E’ ancora in luogo il palazzo dimora, con la cappella gentilizia dedicata a San Giuda Taddeo, all’angolo tra Via Giovanni Amendola e Via Coronati, e proprio tra quelle strade e in occasione della festività di San Giuda Taddeo che l’Associazione culturale, storico e religiosa “Borgo dè Coronati” ormai da anni con i suoi associati sempre più numerosi, ricrea sapientemente la magica atmosfera del passato, con l’allestimento delle strade e dei cortili in tema, con la preparazione di piatti tipici da far degustare o, semplicemente attraverso i costumi indossati dai figuranti. Rivivendo così per qualche giorno quel passato dove arti, costumi e mestieri hanno fatto la nostra storia.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy