• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2005

Firma della Convenzione tra Università di Parma e Ordine dei Commercialisti di Parma

Martedì 04 ottobre, presso la Sala del Senato del Palazzo Centrale dell’Università degli Studi di Parma, via Università 12, è stata firmata la co

Martedì 04 ottobre, presso la Sala del Senato del Palazzo Centrale dell’Università degli Studi di Parma, via Università 12, è stata firmata la convenzione tra l’Ateneo di Parma e l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Parma. Hanno siglato l’accordo il Rettore, Prof. Gino Ferretti e il Dott. Massimo Trasatti, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Parma.
Tale convenzione quadro prevede la possibilità, sia per i laureati che per gli studenti, di effettuare attività di tirocinio presso studi di dottori commercialisti iscritti all’Albo di Parma.
L’attività di tirocinio è rivolta, in modo preferenziale, agli studenti iscritti al Corso di laurea Specialistica in Amministrazione e Direzione Aziendale della Facoltà di Economia. Questo corso di studi mira a preparare figure professionali in grado di assistere le aziende nella gestione, nell’amministrazione, nella pianificazione e nel controllo, come pure nei campi del diritto societario, industriale, tributario e fallimentare. Persegue, quindi, la formazione di economisti d’azienda e di professionisti capaci di affrontare con visione interdisciplinare ed integrata i problemi delle imprese.
Nella prospettiva attuale il Corso di laurea specialistica costituisce la base idonea per l’accesso alla libera professione contabile. Pertanto, l’Ordine dei Dottori Commercialisti è tra gli interlocutori privilegiati dell’Università e la collaborazione, realizzabile attraverso l’attività di tirocinio o stage ad elevato contenuto operativo, ne costituisce elemento qualificante.
Il tirocinante sarà tenuto all’elaborazione di un Progetto formativo e sarà seguito nel proprio percorso da due tutor: uno individuato nell’ambito dello studio professionale ed un tutor universitario. I risultati dello stage, in termini di attività svolta presso lo studio, competenze acquisite e modalità di partecipazione e gestione delle relazioni effettivamente sperimentate, saranno documentati in una relazione finale predisposta dal tirocinante e valutata dai tutor.
Su richiesta dello studente interessato, previa espressa autorizzazione e accordo tra il tutor universitario e il titolare dello Studio ospitante nell’ambito del cosiddetto Praticantato, l’attività di tirocinio potrà essere finalizzata all’acquisizione di crediti formativi, fino ad un massimo di 11, tra quelli richiesti per il conseguimento della Laurea Specialistica.

Google+
© Riproduzione Riservata