• Google+
  • Commenta
24 ottobre 2005

Impresa Carpisa: sconfitti i campioni d’Italia della Climamio Bologna

Nell’anticipo della quinta giornata di campionato, la Carpisa Napoli coglie l’impresa e batte i campioni d’Italia della Climamio Bologna. Partita riccNell’anticipo della quinta giornata di campionato, la Carpisa Napoli coglie l’impresa e batte i campioni d’Italia della Climamio Bologna. Partita ricca di emozioni, decisa solo all’ultimo tiro dell’overtime.
Riassumendo la gara, è possibile dividere l’incontro in tre frangenti: nel primo, Napoli domina e non lascia scampo a nessuno; nel secondo, Bologna rimonta e sfiora l’impresa; nel terzo, miracolo napoletano sulla sirena.

Monumentale prova di squadra della Carpisa nel primo quarto. Quello che fino ad ora era stato l’oggetto del mistero in casa partenopea – Stefansson – trascina i compagni fino ad un clamoroso +17 ( 23-6 a 2’). Nel finale di tempo, un mini parziale bolognese di 8-0 riporta la Fortitudo sotto la doppia cifra di svantaggio (23-14). Piove sul bagnato in casa Climamio, alle assenze in partenza di Mancinelli e Kommatos, si è costretti a registrare l’infortunio occorso in corso d’opera a Tomas Ress.
Al rientro dall’intervallo c’è Spinelli e non Greer in cabina di regia per i partenopei, ma è sempre Napoli a dettar legge sul parquet. Come un rullo compressore, la Carpisa vola via in contropiede e, quando non trova subito la via della retina, si affida alle sue bocche di fuoco che la mettono da ogni posizione del campo. A 4.30” dal termine, una tripla di Morandais regala il massimo vantaggio ai padroni di casa (41-21). La Climamio non riesce ad impostare una reazione, ci sono problemi tra i portatori di palla e se anche i tiratori prescelti fanno cilecca, la giornata è davvero storta. Nella terza frazione la partita vola via senza problemi per i partenopei, che riescono a mantenersi sempre sopra i 7 punti di vantaggio ( 63-56 a 30”).

Le emozioni vere però devono ancora arrivare. Nell’ultima frazione Bologna, trascinata da Lorbek, ritrova grinta e gioco e riapre il match. Si porta sul –1 con Green ( 73-72 a 1’), si fa stoppare la successiva azione del possibile vantaggio, ed impatta a fin di sirena con una strepitosa tripla dello sloveno (75-75).

All’overtime, i continui capovolgimenti di fronti fanno rimanere in bilico il risultato. Quando manca 1 secondo e 8 decimi sul cronometro, Cittadini fa (2/2) dalla lunetta ed è di nuovo parità ( 87-87). Ultimi frangenti, Bologna perde palla, Greer ringrazia e sulla sirena mette la tripla della vittoria. Delirio, apoteosi in campo e sugli spalti per una partita prima persa e poi riaccusata per i capelli da Napoli.

Tabellini:
Carpisa Napoli – Climamio Bologna: 90 – 87 (23-14, 43-32, 65-56, 75-75)
Carpisa Napoli ( 23/40 t2 17/19 tl 9/25 t3)
Greer (29), Stefansson (12), Morandais (12), Sesay (8), Cittadini (6); Larranaga (9), Morena (3), Spinelli (3), Rocca (8), Iacolo ne., Alf ne, Fevola D.ne Coach: Piero Bucchi
Climamio Bologna ( 19/35 t2 22/33 tl 9/24 t3)
Rombaldoni (8), Mancinelli ne, Becirovic(12), Belinelli(10), Fultz(2), Garris(5), Bagaric(8), Green(7), Watson(11), Ress(3), Lorbek(21), Piazza ne. Coach: Jasmin Repesa.
Arbitri: Tola Luciano – Chiari Roberto – Seghetti Dino
Rimbalzi: NA 27 ( Larranaga 5) BO 42 ( Lorbek 11)
Assist: NA 6 ( Greer 3) BO 7 ( Lorbek 3)
Note: Spettatori 3.500 circa.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy