• Google+
  • Commenta
5 ottobre 2005

Inaugurazione cooperativa “Minor Amati”

Il 6 ottobre 2005, all’insegna di musica e canto napoletano, presso il Teatro delle Arti di Salerno alle ore 18,30 verrà presentata la Cooperativa SoIl 6 ottobre 2005, all’insegna di musica e canto napoletano, presso il Teatro delle Arti di Salerno alle ore 18,30 verrà presentata la Cooperativa Sociale “Minor Amati”.

Gli scopi della cooperativa sono:
• la promozione di una cultura centrata sul bambino, troppo spesso lasciato solo, indifeso ed offeso.
• la prevenzione della violenza contro i bambini e gli adolescenti;
• la cura dei bambini e adolescenti abusati;
• la protezione e la tutela legale delle vittime e dei gruppi a rischio;
• la cura degli abusanti o degli autori di atti di violenza motivati al cambiamento.

La Cooperativa propone di offrire un servizio specialistico per i bambini e le famiglie in crisi, in collaborazione con le Istituzioni, i Servizi Territoriali e i Tribunali. L’iniziativa è nata proprio dalle esperienze degli attuali soci cooperatori che, avendo vissuto individualmente ed in prima linea il disagio di operare in tale settore, hanno unito le loro forze per non lasciare nulla di incompiuto ed omesso nella soluzione ed assistenza al minore abusato.
Nel corso della inaugurazione verrà presentato il programma della Cooperativa.

Interverranno:
• Nino Savastano, Assessore alle Politiche sociali – Comune di Salerno
• Consuelo Ascolese, Assessore alle Pari opportunità – Comune di Salerno
• Gianfranco Valiante, Assessore alla Sicurezza – Comune di Salerno
• Don Marco Russo, Direttore Caritas diocesana Salerno
• Alessandra Pagliuca, Presidente Cooperativa Minor Amati – Psicoterapeuta, spec. In diagnosi e cura del maltrattamento e abuso dell’infanzia
• Mauro Reppucci, Psicoterapeuta della Cooperativa Minor Amati
• Pia Miele, Avvocato della Coop., specialista in diritto di famiglia e dei minori
• Gian Ettore Gassani, Avvocato, Presidente AIAF – Associazione Italiana Avvocati per la Famiglia ed i Minori

Modera: Peppe Iannicelli, Giornalista

Google+
© Riproduzione Riservata