• Google+
  • Commenta
25 ottobre 2005

Inaugurazione dell’anno accademico 2005-2006 dell’Università degli Studi di Trento

Ospite alla cerimonia di inaugurazione Vito Borrelli della Direzione generale Istruzione e Cultura della Commissione europea
L’Università degli StudOspite alla cerimonia di inaugurazione Vito Borrelli della Direzione generale Istruzione e Cultura della Commissione europea
L’Università degli Studi di Trento celebra l’inizio dell’anno accademico 2005-2006. La cerimonia di inaugurazione si terrà mercoledì 26 ottobre alle 11.30 presso l’Auditorium Fausto Melotti del Mart di Rovereto. L’evento si aprirà con la relazione del rettore Davide Bassi; seguiranno gli interventi del direttore generale Marco Tomasi, del presidente del Consiglio degli studenti Francesco Planchenstainer e del presidente dell’Università di Trento Innocenzo Cipolletta.
Ospite d’onore della cerimonia Vito Borrelli della Direzione generale Istruzione e Cultura della Commissione europea, che porterà anche il saluto di Ján Figel’, commissario europeo per l’Istruzione, la Formazione, la Cultura, e il Multilinguismo trattenuto per impegni istituzionali a Strasburgo. Obiettivi, strategie e traguardi del progetto Erasmus Mundus 2004-2008 saranno i nodi cruciali attorno ai quali si svilupperà l’intervento di Vito Borrelli. In particolare egli si soffermerà sugli aspetti che caratterizzano la specificità degli obiettivi di Erasmus Mundus: l’alta valenza formativa perseguita nella selezione dei migliori corsi e master universitari attivati negli atenei d’Europa, l’orientamento ad accrescere il livello della cooperazione curriculare tra i partner accademici e ad incoraggiare la partecipazione degli studenti dei paesi terzi ai corsi di laurea europei.
Un argomento di forte interesse per l’ateneo trentino che negli ultimi anni ha dedicato grande attenzione ed energia allo sviluppo dei propri rapporti internazionali e che nell’anno accademico 2004-2005 è stato coordinatore di ben due progetti Erasmus Mundus: il Master europeo in sviluppo locale per i Balcani e le aree in trasformazione, già vincitore nel 2003, e lo European Master in Informatics sono stati selezionati tra tutti gli atenei europei nel concorso bandito dalla Commissione europea.
Al termine degli interventi saranno premiati i migliori laureati e le migliori tesi di dottorato di ricerca dell’anno accademico 2003-2004, un’iniziativa voluta dal rettore come riconoscimento del lavoro svolto da giovani meritevoli e un segnale di supporto in un momento difficile di inserimento nel mondo scientifico o professionale.
La cerimonia di inaugurazione sarà allietata dagli intermezzi musicali della Tiger Dixie Band. Fino alle 15 i partecipanti all’evento potranno usufruire dell’ingresso a prezzo agevolato alla mostra “Da Goya a Manet, da Van Gogh a Picasso. The Phillips Collection, Washington” allestita presso le sale espositive del Museo d’arte moderna e contemporanea di Rovereto.

Google+
© Riproduzione Riservata