• Google+
  • Commenta
30 ottobre 2005

La Biblioteca Comunale di Montoro Inferiore

Il 28 Ottobre 1995 nacque la Biblioteca Comunale di Montoro Inferiore (che fu poi intitolata a Pinuccio Sala) ad opera della infaticabile Adelaide CalIl 28 Ottobre 1995 nacque la Biblioteca Comunale di Montoro Inferiore (che fu poi intitolata a Pinuccio Sala) ad opera della infaticabile Adelaide Caliano. In dieci anni, oltre 100 tra convegni e conferenze, incontri letterari e teatrali, tavole rotonde sugli argomenti del giorno più scottanti: disagio giovanile, tossicodipendenze, condizione femminile, ma anche incontri tesi a rivalutare le tradizioni della valle con le mostre dedicate agli artisti locali e le presentazioni di libri di autori montoresi. La Biblioteca Comunale è stato inoltre il primo organo ad instaurare dei rapporti stabili e duraturi con la vicina Università di Salerno. Tra i relatori ospitati a Montoro si annoverano Reina, Rauty, Mele e tanti altri titolari di Cattedra. Sempre protagonista del territorio di riferimento, la Biblioteca ha creato eventi capaci di far discutere la cittadina: indimenticabile da questo punto di vista l’incontro con Franceschini, che fu tra i fondatori delle BR e fermò la sua testimonianza nel toccante “Mara, Renato ed io”. Altra pietra dello scandalo, la presentazione di una ricerca sul mondo giovanile ad opera della Cattedra di Sociologia del Prof. Rauty, che metteva sotto accusa le istituzioni locali per la scarsa attenzione dedicata agli adolescenti. Non vogliamo esaurire l’argomento in una sterile lista di avvenimenti. Basti dire che dall’istituzione della Biblioteca, grazie all’impegno di Adelaide Caliano, che ne è da sempre la forza motrice, chiunque abbia avuto bisogno di uno spazio per esprimere le proprie idee ha trovato qui il palcoscenico ideale.

Google+
© Riproduzione Riservata