• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2005

La Carpisa Napoli coglie la sua prima vittoria casalinga

Nella terza giornata di campionato, pronto riscatto della Carpisa Napoli che si scrolla di dosso le scorie della brutta sconfitta subita con Milano, sNella terza giornata di campionato, pronto riscatto della Carpisa Napoli che si scrolla di dosso le scorie della brutta sconfitta subita con Milano, sconfiggendo la Bipop Carire Reggio Emilia per 101 a 89. Partita mai in discussione, con i padroni di casa che conduco per tutti i quaranta minuti senza mai disunirsi. Crisi in casa Reggiana, terza sconfitta consecutivo e classifica che langue a zero punti. Buone le prestazioni di Greer e Cittadini per i partenopei; di Boscagin e Mc Intyre per gli ospiti.

Pronti via e Napoli fa subito la voce grossa, va subito in vantaggio ed imprime il suo ritmo alla gara. La sapiente regia di Greer, unita ad un ottima difesa di squadra, consente ai partenopei il primo allungo ( 24-14 a 2’ ). Vantaggio che si ridurrà di poco, da qui allo scadere della frazione, grazie ad una tripla sulla sirena di Mc Intyre ( 28-21 ).

Al rientro dalla sospensione, gli equilibri in campo non cambiano. La Carpisa è inarrestabile, e anche se soffre troppe volte il peso sotto canestro di Beard e Gigli, non sbaglia una virgola in attacco e incrementa, punto su punto, il suo vantaggio. A 4.35” dal termine, una tripla di Greer fissa il risultato sul 44-29 ( +15 NA ). Coach Frates chiama time out; tenta il tutto per tutto piazzandosi a zona, ma la mossa della disperazione non da i frutti sperati e Napoli non può che ringraziare ed allungare ( 55-37).

Il match sembra chiuso, quando la Carpisa porta a 29 i suoi punti di vantaggio ( 74-45 a 4.50” ), ma è proprio in questo momento che la squadra partenopea si smembra e consente ai reggiani di fissare un magnifico parziale di 9-26 che la riporta in partita ( 83-71 a 6.44” ). Autore di questo escursus, un Boscagin in versione “nazionale”. Di tempo c’è ne sarebbe per recuperare, ma la strigliata che coach Bucchi riserva ai suoi, evita che il tracollo sia compiuto. Con il rientro in campo di Greer, la Carpisa non commette più errori e porta a casa i due punti ( 101-89 ).

Tabellini:
Carpisa Napoli – Bipop Carire Reggio Emilia: 101-89 ( 28-21 ,55-37 ,83-61 )
Carpisa Napoli ( 27/35 t2 20/21 tl 9/16 t3)
Greer (26), Stefansson (11), Morandais (19), Sesay (15), Cittadini (16); Larranaga , Morena n.e., Spinelli (3), Rocca (8), Dalipagic (3), Fevola n.e. Alfè n.e, All. Bucchi.
Bipop Carire Reggio Emilia ( 20/38 t2 19/23 tl 10/24 t3)
Mc Intyre (22), Minard (7), Boscagin (13), Gigli (11), Beard (12); Roberson (5) Ortner (2), Infante, Blizzard (17), Pugi n.e. All. Frates.
Arbitri: Luigi Lamonica – Marco Giansanti – Giovanni Di Modica
Rimbalzi: NA 26 ( tre a 5) RE 23 (Gigli 9)
Assist: NA 6 (Greer 3) RE 6 (Blizzard 3)
Note: Spettatori 3.000 circa.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy