• Google+
  • Commenta
5 ottobre 2005

La settimana prossima bando per lo svincolo di Fratte

La settimana prossima sarà pronto il bando pubblico per la gara d’appalto del progetto relativo allo svincolo di Fratte: lo ha annunciato l’onorevole La settimana prossima sarà pronto il bando pubblico per la gara d’appalto del progetto relativo allo svincolo di Fratte: lo ha annunciato l’onorevole della Margherita Tino Iannuzzi nel corso del convegno “Rilancio dell’economia nel Mezzogiorno: formazione, occupazione, infrastrutture”, che si è tenuto ieri pomeriggio a Villa Farina, a Baronissi. Iannuzzi ha espresso viva soddisfazione per la realizzazione di un’opera per la quale si è battuto in prima linea. Soddisfatto anche il presidente della Provincia Angelo Villani: «Oltre a risolvere molti problemi legati al traffico ed alla vivibilità, questo progetto si inserisce nel piano di potenziamento delle infrastrutture, propedeutico al rilancio del territorio». Rilancio che il presidente non può non passare anche per l’innovazione tecnologica e la ricerca. Presente al convegno anche Tonino Cuomo, finito nel mirino delle polemiche per il suo recente salto da Forza Italia alla Margherita: «La presenza di Cuomo non fa altro che arricchire la nostra azione politica e la nostra incisività», ha commentato Iannuzzi, tagliando corto con le polemiche ed invitando tutti all’unità. Lo stesso ha fatto Ciriaco De Mita che, stuzzicato dal direttore de “la Città” Luigi Vicinanza, moderatore del dibattito promosso dal coordinamento “Donne Margherita”, ha individuato proprio nella compattezza il valore aggiunto per vincere le prossime elezioni. «Lo sgretolamento del centrodestra è ormai sotto gli occhi di tutti – ha detto De Mita – La gente è disorientata, ha paura. È per questo che la colazione di centrosinistra deve restare unita e compatta intorno a Prodi, un leader capace di offrire molto sul piano nazionale che sul piano locale». Anche a Salerno, che «non è una sub-regione ancella di Napoli» , ha precisato De Mita, «ma una città che ha i numeri per il rilancio».
(m.c.)

Google+
© Riproduzione Riservata