• Google+
  • Commenta
5 ottobre 2005

L’Università di Parma conferisce la Laurea ad Honorem in farmacia a Donald J. Abraham

Lunedì 10 ottobre alle ore 11,00, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Università di Parma, via Università 12, avrà luogo la cerimonia di conferiLunedì 10 ottobre alle ore 11,00, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Università di Parma, via Università 12, avrà luogo la cerimonia di conferimento della laurea ad honorem in Farmacia a Donald J. Abraham.
Il programma della cerimonia prevede il saluto iniziale del Rettore Prof. Gino Ferretti, che sarà seguito dalla lettura della laudatio da parte del Prof. Andrea Mozzarelli, professore ordinario di Biochimica.
Successivamente il Preside della Facoltà di Farmacia Prof. Giancarlo Pelizzi leggerà le motivazioni del conferimento. In seguito il laureando illustrerà la sua Lectio Doctoralis, sul tema “Drug Discovery in Academia”.
Il Prof. Donald J. Abraham è il fondatore e direttore dell’Institute for Structural Biology and Drug Discovery, Virginia Commonwealth University, Richmond, USA. Ha all’attivo più di 150 pubblicazioni e numerosi brevetti, ha svolto il ruolo di Editore dei sei volumi del Burger’s Medicinal Chemistry (VI ed.), ha promosso la creazione di industrie per la progettazione e lo sviluppo di farmaci, ed è promotore di iniziative per la divulgazione scientifica rivolta ai bambini.
E’ tra gli iniziatori del “structure-based drug design” e di metodi computazionali applicati alla progettazione di farmaci. Mediante questi approcci ha scoperto una classe di molecole che, modificando le proprietà funzionali dell’emoglobina, sono utilizzabili per la cura di episodi ischemici, dell’anemia falciforme e, mediante terapia fotoradiante, di alcuni tipi di tumori.
Il Prof. Abraham collabora attivamente con la Facoltà di Farmacia dell’Università di Parma dove ha tenuto lezioni e seminari, e svolge attività di ricerca in collaborazione con docenti del Dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare e del Laboratorio di Modellistica Molecolare del Dipartimento di Chimica Generale ed Inorganica.
E’ responsabile dell’accordo di cooperazione tra l’Università degli Studi di

Google+
© Riproduzione Riservata