• Google+
  • Commenta
12 ottobre 2005

Madagaskà, quando la buona musica nasce in cantina

Gennaio 2001: Davide (voce) e Nicola (batteria) s’inventano un gruppo. L’idea nasce ascoltando alcuni cd di gruppi Punk hard core stranieri, quali NofGennaio 2001: Davide (voce) e Nicola (batteria) s’inventano un gruppo. L’idea nasce ascoltando alcuni cd di gruppi Punk hard core stranieri, quali Nofx, No use for a name e altri. Più o meno il dialogo andò così: Davide: “formiamo un gruppo?” Nicola: “Ok, se proprio dobbiamo.” Davide: “suoniamo Punk hard core?” Nicola: “Ok, direi di cominciare con delle cover dei Nofx, ma bisogna trovare altri componenti…” Fu così più o meno che cominciò la storia dei.
La prima New entry nel gruppo fu Rocco (chitarra), che però si fece pregare per entrare nella band, ma alla fine e sotto esplicite minacce di morte cedette alle richieste dei due. Subito dopo arrivò Marco al basso, che era anche il proprietario della sala prove. Si comincia con delle cover naturalmente, che però non stimolano più di tanto la loro voglia d’innovazione musicale. Si cambia. S’imbocca la via dello ska, aggiungendo al gruppo una sezione fiati: un flicorno. Naturalmente non c’entra niente con lo ska classico, ma in ogni caso dura fino alla registrazione, nella loro saletta prove, dei primi due brani: “Emi” e una rivisitazione di “Happy days”. Questo basta per inviare a tempo perso il cd alle selezioni della prima edizione dell’I-Tim Tour col nome di Skayborg.
Il gruppo intanto si scioglie a causa dell’incompatibilità di carattere con il bassista ci si dimentica del cd inviato e la vita continua. Dopo un mese squilla il cellulare di Nicola, era una delle segretarie del Roxy bar di Red Ronnie. Dopo un primo momento d’incredulità, tutti, infatti, credevano si trattasse di uno scherzo, i ragazzi presero coscienza del fatto che avevano passato le prime selezioni ed erano stati invitati a partecipare alla prima tappa del tour a Reggio Calabria.
Nei 14 giorni successivi si assiste alla rinascita del gruppo, con Marcello (basso) impegnato nella memorizzazione dei brani. Alla fine e solo il giorno prima di partire per Reggio Calabria si unisce alla band Vittorio (tromba). Così ha inizio la storia degli attuali Madagaskà, che nel corso del 2001 e dopo alcune esibizioni live nel sud Italia, decidono di inglobare nell’organico un altro componente: Emilio (sax tenore). Il livello musicale cresce ulteriormente, s’iniziano a comporre brani musicalmente più complicati, si decide di rivisitare la vecchia “Emi” ed entra a far parte dei Madagaska’ un altro chitarrista: Domenico che però non durò a lungo, e tuttora è stato sostituito da Lucio, detto anche “Lu Charles”, in seguito all’operazione agli occhi che gli ha permesso di vedere senza l’uso degli occhiali. Entrato subito in sintonia con gli altri ha contribuito a far crescere ulteriormente il sound del gruppo.
Nell’autunno del 2002 si decide di registrare, autoproducendolo, il primo cd-promo advance che contiene 5 brani, alcuni dei quali sono da circa sette mesi in testa alle classifiche di download sul sito di Vitaminic e MTV, sia in Italia, che in Europa e Stati Uniti. Il brano “Emi” è presente sulla Compilation “Soniche Avventure Punk V” della Fridge Record di Milano in uscita ad Ottobre 2003, mentre “El Gringo non c’è più” è presente sulla compilation Skapunka Vol.2 in vendita dal 9 ottobre 2003 su etichetta Nun Entertainment e distribuzione Edel, oltre che sulla compilation che Arezzo Wave Basilicata ha deciso di promuovere, quest’ultima uscita a Giugno 2003. Si è da poco conclusa la nuova registrazione di altri 5 brani inediti, alcuni dei quali passano già su molte radio. Ancora una volta il gruppo cambia chitarrista e a Rocco subentra Tony, il quale aiuta in maniera considerevole la crescita musicale e tecnica della band, introducendo suoni nuovi ed uno stile più energico ma che lascia comunque spazio alla meolodia.
Il Nome Madagaskà compare tutt’oggi su oltre 200 siti musicali e non, alcune canzoni sono passate su radio Rock importanti e su radio locali minori. I concerti continuano a crescere e intanto i Madagaska’ entrano a far parte della Raw Art Promotion. Dal mese di marzo 2003 escono recensioni su diversi settimanali e mensili nazionali, contemporaneamente vengono pubblicate su internet alcune interviste che danno l’opportunità alla band di poter parlare di se stessi e quindi affacciarsi con la propria voce nel territorio della grande rete.
Attualmente la formazione è la seguente: Davide Morina alla voce, Marcello Di Taranto al basso, Tony Miolla alle chitarre, Nicola Di Taranto alla batteria, Daniele De Filippis alle tastiere, Vittorio Lo Senno alla tromba, Emilio Ruggiero al sax tenore.
Fonte www.madagaska.it

Google+
© Riproduzione Riservata