• Google+
  • Commenta
13 ottobre 2005

Rilevantissimi i finanziamenti di Telethon all’Universita’ di Ferrara

E’ stato firmato a Roma, presso la sede di Telethon, un accordo tra l’Universita’ di Ferrara, rappresentata dal Rettore Patrizio Bianchi, ed il ComitaE’ stato firmato a Roma, presso la sede di Telethon, un accordo tra l’Universita’ di Ferrara, rappresentata dal Rettore Patrizio Bianchi, ed il Comitato Telethon Fondazione Onlus, rappresentato dal suo Presidente Susanna Agnelli, grazie al quale Maria Grazia Capovilla, ricercatrice dell’Istituto Telethon Dulbecco (DTI)*, si insedierà presso l’Ateneo di Ferrara per
avviare importanti studi nel campo della genetica. L’accordo infatti prevede che la dottoressa Capovilla presti servizio presso il Dipartimento di Biologia per occuparsi in particolare di geni che controllano lo sviluppo dell’organismo. La ricercatrice ha avuto un lungo percorso di formazione all’estero, prima in USA presso il Baylor College di Houston, poi in Francia, a Strasburgo, presso l’Istituto di Biologia Molecolare del Centro Nazionale delle Ricerche d’oltralpe, con posizioni di alto profilo.
Da sottolineare la rilevanza dei finanziamenti che nel corso degli anni Telethon ha destinato ad attività di ricerca nella città di Ferrara, in particolare all’Università: si tratta di 40 progetti, di cui 5 attualmente in corso; di 2 borse di studio; di 3 servizi alla ricerca, di cui 2 attivi; l’importo totale è di 3milioni 90mila euro (900mila per le attività in corso)

*L’Istituto Telethon Dulbecco è un istituto virtuale creato nel 1999 allo scopo di frenare la “fuga dei cervelli” e fornire la possibilità di una carriera indipendente a giovani ricercatori di eccellenza, non limitandosi a finanziare i loro progetti ma garantendogli uno stipendio per 5 anni (rinnovabili).
Il DTI consente ai ricercatori, selezionati in maniera rigorosa dalla Commissione medico scientifica di Telethon, di lavorare presso laboratori e centri di ricerca esterni sul territorio nazionale che accettano di accoglierli.Denominatore comune dell’Istituto Telethon Dulbecco sono le malattie genetiche rare, con un impegno caratterizzato da altissima qualità scientifica, competitività internazionale e attenzione alla formazione.
La severità nell’applicazione dei criteri di valutazione delle domande ha permesso di selezionare ad oggi solamente 27 scienziati.

Google+
© Riproduzione Riservata