• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2005

Sava di Baronissi: niente posta per mille famiglie

Su “la Città” – quotidiano di Salerno e Provincia – giovedì 13 ottobre 2005 – pag 14 Valle dell’Irno)
Niente posta per mille famiglie – a Sava di BarSu “la Città” – quotidiano di Salerno e Provincia – giovedì 13 ottobre 2005 – pag 14 Valle dell’Irno)
Niente posta per mille famiglie – a Sava di Baronissi esplode la protesta dei residenti – da quasi tre settimane non si vede un postino nella frazione. De salvo denuncia disservizi e disagi

I disagi provocati in queste settimane dalla mancata consegna della corrispondenza postale hanno scatenato a Sava di Baronissi un coro di protesta e insoddisfazione. Manca, in pratica, l’impiegato delle poste che prestava il suo servizio nella frazione di Sava e l’apprensione avvertita dagli abitanti negli ultimi tempi si è ora acuita. Da molti giorni il postino non bussa alla porta dei residenti di via Cutinelli, Berlinguer e Trinità e i diretti interessati hanno già comunicato, più volte, la loro ansia e preoccupazione al direttore dell’ufficio postale di Baronissi. Tutto questo senza esito. Ma ora i domiciliati delle numerose abitazioni della frazione pretendono un nuovo postino. I residenti della zona che non si vedono recapitare la posta sono circa un migliaio e molte segnalazioni sono giunte anche alle rappresentanze politiche della cittadina. «Un’ampia zona di Sava da circa una ventina di giorni si trova in difficoltà – afferma Serafino De Salvo, consigliere presso il Comune di Baronissi – i residenti sono preoccupati dalla scadenza delle bollette e dalle conseguenze del mancato pagamento. Oltre alle more il problema principale rimane la mancata consegna della posta ordinaria. Bisognerebbe porre rimedio al disagio a alle difficoltà che incontrano o potranno incontrare i cittadini se la situazione dovesse continuare». Il servizio è carente da troppi giorni e l’unica posta che arriva ai cittadini sono solo le raccomandate con ricevuta di ritorno. Il problema è avvertito in maniera più forte in alcune strade. Via Berlinguer è la più penalizzata, mentre il servizio arriva a singhiozzo agli altri due indirizzi. Strade, tra l’altro, lunghe e ad alta densità di abitanti. «È una situazione paradossale e grottesca – dice De Salvo – pur tenendo conto delle difficoltà burocratiche dell’ufficio postale, credo che a questo punto bisognerà preoccuparsi per risolvere i problemi della zona, trovando con rapidità delle soluzioni adeguate e riportando il servizio alla normalità». Intanto continuano a fioccare le proteste a Palazzo di Città. Le segnalazione, aggiunge il consigliere, sono tante e tempi per provvedere «dovrebbero essere anche rapidi». Il problema delle poste a Baronissi è sentito da tempo. Oltre alla carenza di postini già segnalata durante il periodo estivo, ad Antessano, è richiesto da tempo il prolungamento di apertura dell’ufficio postale di Baronissi nel pomeriggio e un nuovo ufficio proprio a Sava. «Mi sono interessato in passato del problema dell’apertura di un ufficio nella frazione di Sava – conclude Se Salvo – mentre ora si fa forte l’esigenza di un aumento di personale. In ogni caso i problemi degli uffici pubblici non dovrebbero ricadere sui cittadini».
Marcella Cavaliere

Google+
© Riproduzione Riservata