• Google+
  • Commenta
13 ottobre 2005

Seconda Università di Napoli: occupazione del Rettorato

La protesta era stata annunciata già nei giorni scorsi da docenti e studenti che, puntuali, si sono dati appuntamento per domani. Ore 9 , sede della pLa protesta era stata annunciata già nei giorni scorsi da docenti e studenti che, puntuali, si sono dati appuntamento per domani. Ore 9 , sede della protesta il Rettorato della Seconda Università di Viale Beneduce 10, a Caserta.
“I docenti, i ricercatori, dottorandi e le rappresentanze studentesche – è scritto in un documento dell’assemblea del 12 ottobre – delle Facoltà di Psicologia, Scienze Ambientali e Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali della Seconda Università degli Studi di Napoli, riunitisi in assemblea presso l’Aula Mario Carfagna del Complesso universitario di via Vivaldi a Caserta, per discutere sul maxi-emendamento Moratti relativo alla riforma della docenza universitaria rinnovano all’unanimità e con forza il proprio totale dissenso sui contenuti del maxi-emendamento approvato dal Senato della Repubblica in data 29 settembre 2005 e sulle modalità dell’approvazione.
L’assemblea rileva che ancora una volta il testo approvato non risponde alle esigenze di riforma della docenza universitaria e non risolve la questione dello stato giuridico; sottolinea la totale contrarietà al maxi-emendamento che mina alla base il ruolo di Alta Formazione e di Ricerca che devono competere all’Università pubblica, limitandone l’autonomia. In coerenza con queste argomentazioni l’assemblea:
– stabilisce che tutti i docenti e i ricercatori del Polo aderiscano compatti al blocco delle attività didattiche fino a domani;
– chiede che venga espressa sia al senato Accademico che al Consiglio di Amministrazione del nostro Ateneo una posizione decisa e pubblica di dissenso al maxi-emendamento;
– auspica che il Rettore intervenga presso la Crui per promuovere ed aderire ad azioni radicali di opposizione al Ddl;
– invita tutto il personale docente e ricercatore i dottorandi e gli studenti della Sun a recarsi al Rettorato di Caserta, nella sede legale di Viale Beneduce, domani alle ore 9 per incontrare il Rettore e manifestare la propria disapprovazione per quanto sta accadendo nel sistema universitario”.
E un segnale forte arriva anche dal Rettore della Sun, professor Antonio Grella, che domani assisterà personalmente all’occupazione dei suoi uffici.
“Sono solidale con gli studenti e con i docenti dell’Ateneo – ha spiegato il Rettore Grella – in quanto hanno perfettamente interpretato i danni enormi che la riforma e la finanziaria in atto apporteranno al sistema universitario italiano”.

Google+
© Riproduzione Riservata