• Google+
  • Commenta
7 ottobre 2005

Tokio. Consumo, mon amour

Tokio – cresce di numero in Giappone la categoria di persone identificata con l’appellativo si “maniaci dei passatempi”. Si tratta di persone disposteTokio – cresce di numero in Giappone la categoria di persone identificata con l’appellativo si “maniaci dei passatempi”. Si tratta di persone disposte a spendere gran parte delle loro risorse finanziarie in prodotti afferenti al settore dell’intrattenimento. Un tempo era considerati dai più come individui asociali, anche un pò stravaganti. Gli , è così che vengono chiamati, arrivano a spendono finanche l’ultimo yen in hobby per soddisfare la loro passione che a volte raggiunge livelli morbosi. Ci si inizia a domandare se non sia giunto il momento, data la rilevante consistenza e continua crescita del numero di tale sorta di consumatori, di iniziare a ideare prodotti mirati a tale tipo acquirenti. Un istituto di ricerca giapponese, il Nomura Research Institute (NRI) di Tokyo, ha effettuato uno studio a tale riguardo. È stata riscontrata in questi soggetti una particolare attenzione rivolta ad alcuni oggetti della produzione culturale di massa: fumetti apparecchi elettronici, giochi per pc. Secondo i risultati dello studio del NRI, gli ammonterebbero in tutto il Paese a circa 1,72 milioni, producendo nel mercato una spesa annua che si aggira intorno ai 3,53 miliardi di dollari (quasi 3 miliardi di euro). Questo dimostra come sia importante affrontare la questione e quanto sia diventato indispensabile che il mercato si interessi a questo particolare fenomeno consumistico.

Google+
© Riproduzione Riservata