• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2005

Università di Modena e Reggio Emilia: “Orizzonti africani”

Maratona di tre giorni per conoscere attraverso l’Associazione degli Studenti Africani dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia le prob
Maratona di tre giorni per conoscere attraverso l’Associazione degli Studenti Africani dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia le problematiche e la cultura dei popoli del Contenente Nero. La manifestazione “Orizzonti Africani” dal 20 al 22 ottobre a Modena.

Raggiunta ormai la stabile presenza di oltre 200 iscritti, gli studenti africani dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia da qualche anno con regolarità si stanno adoperando nello sforzo di far conoscere ed apprezzare la ricchezza della loro cultura, sia presso la comunità universitaria che presso la popolazione, comunicando il desiderio di raggiungere livelli di integrazione che non siano limitati all’ambito degli studi.

Segno della volontà di perseguire questo cammino di integrazione, rispettoso delle identità e partecipe dei valori che costituiscono il substrato culturale di popoli ed etnie lontane da noi solo per la distanza che ce ne separa, ma assai più vicine di quanto possiamo immaginare per capacità espressiva, l’Associazione degli Studenti Africani di Modena – A.S.A.M., l’organizzazione sotto la quale si sono raccolti promuove un interessante maratona di 3 giorni denominata “Orizzonti Africani”.

Giunta alla sua quinta edizione, ricevuto il patrocinio dell’Ateneo e di Arestud, l’iniziativa realizzata in collaborazione col Comune di Modena si propone come un’interessante rassegna di spaccati di vita africana, che dal 20 al 22 ottobre 2005 consentirà a tutti di apprezzare tradizioni, usi e costumi del Continente Nero.

Nella giornata inaugurale, giovedì 20 ottobre, alle ore 18,30 presso la Sala RUM (via Campi, 309) a Modena sarà promosso un dibattito su “Immigrati africani a Modena: crisi d’integrazione e speranze”, introdotto dagli studenti Immer Yanou (Camerun) e Stephane Tefouet Nzeale (Camerun), che si confronteranno con Samuel Umoette (Nigeria), Mustafa Diaby (Guinea) e Lyle Ruben Pango Kapche (Camerun).

La seconda giornata, venerdì 21 ottobre, “La Tenda” (viale Monte Rosica, angolo viale Molza) a Modena, a partire dalle ore 19,00, ospiterà una nostra “Africa in Expo”, che proporrà pezzi ed oggetti tipici di alcuni Paesi africani: sculture, vestiti, colane e bracciali, sandali ecc. Nello stesso spazio alle ore 21,00 i ragazzi daranno vita ad uno spettacolo di intrattenimento “Divertitevi con noi” con barzellette, scenette teatrali, sketch, danze ed una sfilata finale, che mostrerà come ci si veste in Africa.

La giornata conclusiva, sabato 22 ottobre, si aprirà alle ore 8,30 con un torneo di calcio disputato presso il campo della Polisportiva Saliceta San Giuliano (Stradello Chiesa di Saliceta 22), che vedrà opposte rappresentative universitarie africane degli Atenei di Ancona, Bologna, Brescia, Ferrara, Milano, Modena-Reggio Emilia, Parma, Perugia e Siena, impegnate a disputarsi il Trofeo “Tomas Nkono”, il forte e noto giocatore camerunese che terrà a battesimo la manifestazione sportiva. Quindi, nella serata alle ore 21,00 l’appuntamento sarà nuovamente a “La Tenda” per la “Festa di chiusura”, dove sarà possibile sentire e ballare la musica africana.

Google+
© Riproduzione Riservata