• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2005

Università di Trento: oggi l’inaugurazione dei 20 anni della Facoltà di Ingegneria

I festeggiamenti del ventennale proseguiranno il 2 novembre con la conferenza “Formazione universitaria, Tecnologie, Sviluppo umano” organizzata in coI festeggiamenti del ventennale proseguiranno il 2 novembre con la conferenza “Formazione universitaria, Tecnologie, Sviluppo umano” organizzata in collaborazione con Ingegneria senza Frontiere e l’Unesco
“Lo spirito di innovazione e di costante rinnovamento, in un’ottica costruttiva e competitiva, è stato il principio ispiratore saldamente perseguito da Ingegneria fin dal lontano 11 gennaio 1985, data storica in cui il Consiglio di amministrazione dell’Ateneo decise di istituire la Facoltà di Ingegneria a Trento”: con queste parole il preside della Facoltà di Ingegneria Riccardo Zandonini ha aperto la cerimonia di inaugurazione del ventennale della Facoltà di Ingegneria, che si è tenuta questa mattina alle 9.30 nell’aula T1B della Facoltà di Mesiano.
Il preside ha inoltre illustrato agli ospiti presenti e ai numerosi partecipanti presenti oggi a Mesiano, un quadro d’insieme dello stato di salute della Facoltà ricordandone le tappe, i successi, gli obiettivi raggiunti e le sfide per il futuro. “I risultati ottenuti – ha spiegato Zandonini – sono tali da far auspicare per il futuro una crescita continua di questa Facoltà: attualmente sono presenti 127 docenti, 42 ordinari e 45 ricercatori; sono attivi 465 corsi, 8 lauree triennali e 6 lauree specialistiche per un totale di circa 3200 iscritti, più della metà dei quali proviene da fuori regione. È questo un dato che ci rende orgogliosi e conferma il ruolo strategico di Ingegneria come potenziale partner a livello europeo.” Il preside di Ingegneria ha poi ricordato il forte aumento registrato nel numero dei laureati triennali, gli investimenti nelle doppie lauree all’estero, i dati positivi pubblicati dall’indagine Almalaurea riguardo allo stato di occupazione degli ingegneri a un anno di distanza dalla laurea e quelli registrati dal Censis 2005, che hanno premiato la docenza, la ricerca e i rapporti internazionali. Ha concluso infine evidenziando le maggiori criticità che attualmente penalizzano le attività didattiche e la ricerca: in particolar modo è stata registrata la carenza di spazi per il Corso di Laurea in Ingegneria Edile-Architettura, in parte supplita dalle aule concesse quest’anno dall’Istituto Trentino di Cultura nel terzo edificio Itc-Irst di Povo.
Ha preso quindi la parola il rettore dell’Università degli Studi di Trento Davide Bassi che ha voluto sottolineare l’alta qualità dei risultati raggiunti nella didattica e nella ricerca, augurando alla Facoltà di Ingegneria di riuscire a mantenere un impegno costante e attivo anche negli anni a venire in modo tale da poter agire a pieno titolo nel mondo accademico a livello nazionale e internazionale. A tal scopo il rettore ha voluto precisare la necessità che la Facoltà riesca a pianificare con maggior chiarezza gli obiettivi prioritari per il futuro e programmare azioni d’intervento coerenti con le finalità che si è proposta di raggiungere.
Sono seguiti gli interventi dell’ex rettore Fabio Ferrari, che ha presentato la relazione “1984-1985: Aspetti innovativi della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Trento”, e di Vincenzo Lorenzelli, rettore del Campus biomedico di Roma, che ha affrontato il tema “Dalle pirotecnologie alle biotecnologie”. L’incontro non è stato solo una cerimonia celebrativa, ma anche l’occasione per ripercorrere le tappe fondamentali del percorso intrapreso da Ingegneria in questi 20 anni. Grazie alle testimonianze di alcuni presidi che si sono succeduti alla guida della Facoltà, Roberto Contro (1986-1991), Claudio Migliaresi (1991-1996) e Aronne Armanini (1996-2002), sono state infine ricordate le fasi di avvio, di organizzazione della struttura accademica e dei corsi di laurea e le motivazioni che nel 1985 hanno spinto l’Ateneo a istituire Ingegneria. Il programma della giornata si è concluso con le premiazioni dei quattro migliori laureati selezionati tra tutti coloro che hanno conseguito la laurea nei 20 anni di attività di Ingegneria nelle aree delle Telecomunicazioni, Ambiente e Territorio, Civile e dei Materiali.
Il prossimo evento collegato alle celebrazioni per i 20 anni della Facoltà sarà la conferenza promossa dal Dipartimento di Ingegneria civile ed ambientale, con il supporto dell’UNESCO e con la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri, nell’ambito delle Giornate per la Cooperazione Italiana 2005 su “Formazione universitaria, Tecnologie, Sviluppo umano”. La conferenza, che avrà luogo mercoledì 2 novembre, alle 9.15 presso la sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio, rientra in un progetto globale della Facoltà di investire risorse ed energie nel settore delle relazioni internazionali, riservando particolare attenzione all’ambito della cooperazione e dello sviluppo tecnico-scientifico.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy