• Google+
  • Commenta
30 novembre 2005

Ancora un successo per Unicam: un altro progetto di ricerca finanziato

Camerino, 30 novembre 2005 – E’ stato recentemente finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica un importante progetto di riceCamerino, 30 novembre 2005 – E’ stato recentemente finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica un importante progetto di ricerca che studia la “Postgenomica di microrganismi eucarioti: geni da stress in Tetrahymena e Plasmodium” e prevede scambi di docenti e giovani ricercatori dell’Università di Camerino, principalmente dottorandi, con due importanti istituzioni di ricerca cinesi: The Institute of Tropical Medicine of the Nangfang Medical University di Guangzhou (Canton) e The Institute of Hydrobiology” of The Chinese Academy of Sciences di Wuhan per lo studio dei meccanismi molecolari e dei metodi di analisi della risposta cellulare allo stress, in microrganismi eucarioti.

“Si lavorerà – sottolinea la Prof.ssa Cristina Miceli, docente del Dipartimento di Biologia Molecolare, Cellulare, Animale di Unicam e coordinatrice del progetto – sia sullo stress ambientale, cioè generato da agenti chimici e pesticidi, che costituiscono un grave problema per l’area agricola situata tra i grandi fiumi e laghi della Cina centrale, che sullo stress relativo all’interazione ospite-parassita, con particolare attenzione al plasmodio della malaria. La ricerca – prosegue la Professoressa Miceli – si inserisce così nell’attuale era postgenomica, con la prospettiva di avvalersi delle metodologie della proteomica per decifrare i meccanismi molecolari alla base dell’interazione tra genoma ed ambiente esterno, con potenziali importanti ricadute a livello della salvaguardia della salute umana e del biota. La fattibilità dello studio è anche assicurata dall’estensione della collaborazione ad un laboratorio statunitense della University of California di Santa Barbara, che ospita la direzione di uno dei progetti genoma alla base di queste ricerche, finanziato dal National Institute of Health. Rilevanti sono gli effetti che i prodotti della ricerca potranno avere sull’industria sia italiana che cinese”.

Collaborano all’importante studio: i Professori Ying-Song Wu e Ming Li dell’Università di Guangzhou e Wei Miao dell’Accademia Cinese delle Scienze, il Professor Eduardo Orias della University of California di Santa Barbara e i Professori
Fulvio Esposito, Guido Favia, Antonietta La Terza e Cristina Miceli per l’Ateneo di Camerino.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy