• Google+
  • Commenta
22 novembre 2005

Anguillara: per un’Economia Partecipata

Nell’ambito del progetto “Per un’Economia partecipata” che sta portando avanti la Regione Lazio, il 26 novembre alle ore 17 ad Anguillara presso il ceNell’ambito del progetto “Per un’Economia partecipata” che sta portando avanti la Regione Lazio, il 26 novembre alle ore 17 ad Anguillara presso il centro visite di via Anguillarese 145, l’assessore regionale al Bilancio ed Economia Partecipata Luigi Nieri (Prc) presenta il Documento di Programmazione Economica Finanziaria della Regione Lazio nella convinzione che la partecipazione qualifica la democrazia e contribuisce a ridurre la distanza tra governanti e governati. Ciò per la raccolta di proposte da parte della cittadinanza che può intervenire concretamente alla stesura della Finanziaria regionale. Per la prima volta in Italia un documento programmatico economico regionale viene sottoposto a un percorso partecipato, che andrà di pari passo con il coinvolgimento delle parti sociali.
La fase iniziale della partecipazione, del tutto sperimentale, riguarda un primo documento già approvato in giunta e che si può consultare sul sito www.regione.lazio.it o richiedere agli uffici regionali dell’Assessorato. La Regione Lazio presenta il Dpefr per ricevere proposte di modifica o di integrazione. Chiunque potrà far pervenire infatti osservazioni, istanze o proposte. Lo potrà fare senza vincoli di forma, anche su carta semplice. Ogni proposta o suggerimento dovrà recare la firma o la denominazione soggetti presentatori, nonché indicarne i recapiti. I contributi potranno essere compilati e inviati via posta, via fax, via internet. Tutti gli atti relativi alla fase della consultazione saranno raccolti in un “Documento della partecipazione” che sarà messo a disposizione del Consiglio regionale a cui spetterà l’approvazione definitiva. I dati di partenza evidenziano che il principale settore produttivo presente nel Lazio è quello terziario, seguito dal settore dei servizi pubblici e sociali. Il settore del commercio, alberghi e comunicazioni rappresenta il terzo settore produttivo. L’industria è al quarto posto. Alla fine del 2004 il numero di persone occupate nel Lazio era pari a 2,255 milioni d’unità su una popolazione complessiva di abitanti pari a 5.269.972. Il tasso di disoccupazione è del 7,9%.
La Regione Lazio ha individuato alcune priorità settoriali che andranno a costruire l’asse strategico dello sviluppo economico regionale: più occasioni culturali; rilancio dell’agricoltura biologica e di qualità; ricerca e innovazione al servizio dell’industria; sviluppo dell’altra economia; promozione della piccola e media impresa; più risorse per il welfare; introduzione di forme di salario sociale; tutela dell’ambiente e dei beni comuni; una sanità efficiente, pubblica e universale; bilancio, patrimonio e amministrazione trasparenti; diritto alla casa; più sicurezza sul lavoro; formazione professionale di qualità; diritto allo studio e università accessibile a tutti; trasporto pubblico più efficiente; una rete viaria più funzionale e sicura; una nuova attenzione ai consumatori.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy