• Google+
  • Commenta
21 novembre 2005

Censurato il nuovo video dei Rolling Stones

Ogni giorno capita di vedere, in TV, al cinema, sui cartelloni pubblicitari, sulle riviste centinaia di corpi nudi, cento formule che invitano al sessOgni giorno capita di vedere, in TV, al cinema, sui cartelloni pubblicitari, sulle riviste centinaia di corpi nudi, cento formule che invitano al sesso, mille parole che conducono ad un solo pensiero “il proibito”. Tutto in questo nostro mondo si è vestito di quello che una volta era scandalo: oggi è scandaloso chi si scandalizza di fronte al sesso e non il contrario. Eppure, c’è qualcuno che, guardando il nuovo video dei cari nonni del rock’n’roll, “Rain Fall Down”, ha trovato scandaloso che le note degli Stones fossero musica per coppie che si scambiano effusioni nelle camere dell’hotel, dove il video è ambientato, mentre la pioggia bagna la strada. “Troppo esplicite” come immagini, troppo compromettenti per essere trasmesse sulle principali reti musicali americane (ripeto americane, per cui America: ma non era il Paese della libertà?!!) è quello che scrive il Sunday Mirror. La cosa mi ha fatto pensare, devo essere sincera, perché non trovo giusto che la censura sia avvenuta nei confronti di una rappresentazione artistica, se così mi permettete di chiamarla, e non per nessuna di quelle icone, così facilmente diffuse quotidianamente, di volgarità spennellata gratuitamente ai fini dell’audience, della pubblicità, della promozione.
Ritengo che sia stato un po’ come censurare un nudo su una tela o una scultura e con questo voglio semplicemente intendere che, se è vero che la musica è arte e che l’arte scaturisce dall’esperienza personale dell’uomo circa la realtà sociale in cui vive o è vissuto o vivrà, come hanno potuto ritener lecito modificare il punto di vista della band in questione? Come si può avere la presunzione di tagliare un’idea per conformarla ad una norma sociale che sempre più spesso viene tirata in ballo a piacimento dei più e che fondamentalmente non vige sull’ordine da tempo?
Giovedì 24 novembre, dopo le 23 sull’emittente britannica Channel 4 verrà trasmesso il video per intero. Spero di riuscire, tramite il satellitare, a vederlo sono curiosa di sapere quanto scandalizzata rimarrò di fronte a quelle immagini!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy