• Google+
  • Commenta
28 novembre 2005

Fasi di start-up del progetto “Fa.Re. Fare Rete per valorizzare risorse in dispersione”

Fasi di start-up del progetto “Fa.Re. Fare Rete per valorizzare risorse in dispersione” presentato nella sala consiliare del Comune di Eboli dal sindaFasi di start-up del progetto “Fa.Re. Fare Rete per valorizzare risorse in dispersione” presentato nella sala consiliare del Comune di Eboli dal sindaco dr. Martino Melchionda e dalla dr.ssa Giuliana Moscati coordinatrice del Progetto per la I.FO.R. Pesca.
Il progetto “Fa.Re. Fare Rete per valorizzare risorse in dispersione” è un progetto patrocinato da diversi enti della Piana del Sele che si pone come strumento per arginare la forte dispersione sociale che è sempre più preoccupante nell’area territoriale che coincide con il territorio dell’Ambito S5 della Piano sociale di Zona.
Alla base delle nuove attenzioni politiche e progettuali del Comune di Eboli, quale capofila del Piano di Zona S5, i problemi della microcriminalità minorile e dell’alto numero di casi di dispersione scolastica sono il punto di partenza per poter adottare politiche concrete che attraverso lo sviluppo di opportunità per i giovani possano ricondurre a un percorso di risocializzazione le fasce più a rischio.
L’obiettivo centrale dell’intervento è, quindi, quello di indirizzare il gruppo dei giovani partecipanti, 40 allievi tutti di età compresa tra i 14 ed i 18 anni, in un percorso formativo mediante percorsi di orientamento e certificazione delle competenze, sopperendo ad uno dei maggiori fattori alla base dei drop-out giovanili durante la fase degli studi secondari superiori, la scarsa attività di orientamento all’inizio del loro percorso formativo.
Alla fine del progetto, di una durata complessiva di 1380 ore, parte del gruppo dei partecipanti potrà accedere ad un corso di formazione nel settore Turistico-Alberghiero mentre gli altri saranno avviati a percorsi di apprendistato.
“Siamo orgogliosi che FA.RE. sia stato finanziato dalla Regione Campania. C’è una capacità progettuale professionale alta che appartiene al Comune di Eboli e a tutto il Piano di Zona in collaborazione con quegli enti professionali di formazione capaci di intervenire in maniera concreta sul territorio” – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali dott. Cosimo Cicia; il comune di Eboli, concentrando, insieme al comune di Battipaglia e di Campagna, il 35% della popolazione giovanile dell’ Ambito S5 è uno dei comuni capofila del progetto ed è anche uno dei comuni maggiormente impegnati nell’attività di recupero giovanile avendo vissuto in passato fasi delicate di vita ed amministrazione cittadina con, in alcuni casi, effetti ed echi ancora visibili, motivo di marcia in più per i progetti e le attività di risanamento dell’attuale amministrazione,
“La dispersione scolastica è un cavallo di battaglia della nostra Amministrazione e del Piano di Zona. Affrontare il problema della dispersione scolastica è il primo passo nel mettere in campo strategie per intervenire contro il problema della microcriminalità minorile. C’è d’altra parte un fattore importante in quanto non si tratta solo diformare ma dare anche una ricaduta sul territorio nel termine economici in quanto i partecipanti saranno emessi attraverso i tirocini lavorativi.” – continua l’Assessore Cicia.
Sostenitore ed alleato del comune di Eboli è l’ I.FO.R Pesca, ente capofila, “FA.RE. è un progetto sperimentale che parte dalla certificazione delle competenze attraversa un percorso di formazione fino ad arrivare ai tirocini lavorativi”; la sua attività di orientamento, formazione, diagnosi dei fabbisogni di questo ente è stata alla base dell’analisi necessaria allo sviluppo del progetto e potendo vantare una struttura specializzata nella progettazione e nella realizzazione di interventi formativi lo sarà anche durante la sua fase operativa.
Confluiscono nel progetto le forze e l’impegno di tutta una rete di soggetti istituzionali, comuni, associazioni e privati, come Tribunale dei Minori, A.S.L., Forum delle Scuole, Eboli Multiservizi, Coop. AIDO, Residence Park Senta Cruz.
Ruolo attivo anche per la Provincia di Salerno, che con l’ Assessorato alle Politiche del Lavoro e tramite la sua rete di Centri per l’Impiego, fornisce supporto e informazioni.
L’evidente dispiego di forze in campo rispecchia la volontà di tutti i soggetti interessati di contribuire a risolvere una problematica che, sempre più spesso, ha come unico e triste risultato quello di fornire manovalanza ad organizzazioni malavitose marginali, costole parapolitiche di ben più grandi realtà camorristiche.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy