• Google+
  • Commenta
3 novembre 2005

Perché si sbadiglia?

Noi pensiamo di sbadigliare quando siamo stanchi, annoiati o quando siamo assonnati. Ma in realtà lo sbadiglio ci avverte che il nostro respiro non è Noi pensiamo di sbadigliare quando siamo stanchi, annoiati o quando siamo assonnati. Ma in realtà lo sbadiglio ci avverte che il nostro respiro non è regolare come invece dovrebbe, che il sangue sente una mancanza di ossigeno. Quando questo accade, nel cervello, la preziosa materia nervosa che sorveglia il respiro, si accorge dei mutamenti nel sangue e, avvertendo questa mancanza di ossigeno, ci obbliga a sbadigliare. Lo sbadiglio è quindi un respiro molto profondo che ci permette di incamerare più aria nei polmoni, ossigeno che viene poi trasportato nel sangue dai globuli rossi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy