• Google+
  • Commenta
10 novembre 2005

Sassi

Vi siete mai chiesti perché i sassi non si possono bruciare? In realtà essi sono già bruciati. Bruciare qualcosa significa far combinare quella determVi siete mai chiesti perché i sassi non si possono bruciare? In realtà essi sono già bruciati. Bruciare qualcosa significa far combinare quella determinata materia con l’ossigeno; le pietre sono già bruciate perché il silicio, di cui sono costituite in prevalenza, è già combinato con l’ossigeno, diventando appunto silicio. Quando una materia brucia può trasformarsi in gas, in un liquido o in un solido. Ad esempio l’idrogeno bruciando forma l’acqua, il carbonio forma l’anidride carbonica o l’ossido di carbonio, il silicio invece forma il silice, ovvero il sasso.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy