• Google+
  • Commenta
3 dicembre 2005

A Udine arriva il Livorno

Il 14° turno di serie A vede salire al “Friuli” un agguerrito Livorno, capitanato dal suo bomber principe Cristiano Lucarelli, deciso a rimpinguare ilIl 14° turno di serie A vede salire al “Friuli” un agguerrito Livorno, capitanato dal suo bomber principe Cristiano Lucarelli, deciso a rimpinguare il proprio bottino stagionale che, ad oggi, parla di 6 centri. La squadra allenata da Donadoni sta attraversando un buon momento di forma e si presenta al confronto di domenica, forte di una buona posizione in classifica e di un gioco dimostratosi fluido e piacevole, eccezion fatta per la gara di San Siro contro l’Inter. Per l’Udinese si profila un incontro molto difficile anche in relazione all’imminente e decisivo impegno di Champions League che vedrà il gruppo di Cosmi incrociare i guantoni con il blasonato Barcellona del neo-pallone d’oro Ronaldinho e che avrà come posta in gioco un posto tra le migliori sedici squadre d’Europa. Il campionato, tuttavia, non concede passi falsi all’undici bianconero soprattutto in ottica quarto posto, utile all’approdo alla massima competizione europea, visto che Fiorentina e Sampdoria in primis, viaggiano a pieno ritmo e promettono battaglia fino all’ultima giornata. Per quanto riguarda la possibile formazione che scenderà in campo domenica, in settimana Candela ha lavorato a parte mentre Iaquinta e Muntari rimangono in forte dubbio non essendosi allenati con regolarità. Il centravanti calabrese soffre da qualche tempo per un problema all’alluce destro mentre il “Munta” non si è ancora ripreso completamente dal trauma cranico riportato in seguito ad uno scontro di gioco durante la vittoriosa trasferta di Parma. L’anno scorso, in un posticipo serale gelido e piovoso, finì 1-1 con rete nel finale proprio di Lucarelli, abile nel punire un Udinese che si era fatta troppo compassata e molle dopo il vantaggio iniziale: fu un grosso errore pagato a caro prezzo, da non ripetere domenica. Serse Cosmi ha chiesto ai suoi ragazzi impegno e concentrazione per la gara con i Livornesi e capitan Sensini assicura: “Avremo in testa solo il Livorno”; dalle 17 di domenica poi, il pensiero volerà alla partita che vale una stagione e che può portare l’udinese, e un’intera regione, tra le stelle del firmamento calcistico europeo.

Google+
© Riproduzione Riservata