• Google+
  • Commenta
9 dicembre 2005

Altrivoli: Fiera del Libro

L’area mediterranea, da sempre crocevia di popoli e culture legati da tradizioni e radici comuni, diviene punto di partenza di un progetto di svilup
L’area mediterranea, da sempre crocevia di popoli e culture legati da tradizioni e radici comuni, diviene punto di partenza di un progetto di sviluppo complessivo ed ambizioso, atto a creare scenari e prospettive di progresso.

Arte, Libri e Cultura dei popoli mediterranei sono i segmenti da cui nasce questo evento, ideato dall’Associazione Culturale “Mediterranea Civitas” e fortemente voluto dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Salerno e dalla Città di Eboli, con le prestigiose partnership del Pontificio Istituto di Studi Arabi ed Islamistica di Roma e della Facoltà di Studi Arabi e del Mediterraneo dell’Università ‘L’Orientale’ di Napoli.

“AltriVoli” diviene l’evento internazionale che colma le lacune di manifestazioni ed iniziative specifiche per l’editoria e le culture dei popoli mediterranei, con particolare attenzione al mondo dell’infanzia e dei ragazzi.

La Città di Eboli, con il suo retaggio di locus strategico sulle vie del grano e sulle vie della seta, riprende l’antica vocazione di luogo ideale di scambi ed interazione con le culture altre e si candida ad ospitare la prima “Fiera del Libro e delle Culture del Mediterraneo”, focalizzata sull’editoria per bambini e per ragazzi, ma con iniziative specifiche per divenire appuntamento per l’arte e la cultura dei popoli provenienti dai paesi dell’area mediterranea: dalla Spagna al Maghreb arabo, l’Egitto, la Slovenia, la Croazia, la Bosnia, la Serbia, l’Albania, la Macedonia, la Turchia, fino alla Siria, al Libano, ad Israele.

“AltriVoli” entra a far parte delle manifestazioni di grande spessore programmate e realizzate dalla Provincia di Salerno, di cui la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, ormai giunta all’VIII edizione, è uno degli eventi più significativi.

L’obiettivo è quello di attuare, in sinergia, una serie di attività, che possano essere di forte interesse per il mondo della cultura, dell’editoria, delle Università e delle Scuole di ogni ordine e grado, nonché per un pubblico di adulti ed esperti del settore e appassionati della cultura mediterranea, verso i quali veicolare l’immagine, in Italia ed all’estero, di un “Novembre Mediterraneo”.
Silvana Scocozza

Google+
© Riproduzione Riservata