• Google+
  • Commenta
9 dicembre 2005

Coffe shop in pericolo

Tempi duri per i coffe shop olandesi. Nel paese delle libertà, il governo ha deciso che vi saranno restrizioni e limitazioni nei confronti di tali a
Tempi duri per i coffe shop olandesi. Nel paese delle libertà, il governo ha deciso che vi saranno restrizioni e limitazioni nei confronti di tali attività che forse potrebbero portare alla loro progressiva chiusura. E’ quanto ha dichiarato Antonio Maria Costa, direttore esecutivo dell’Agenzia Onu contro la droga e il crimine esprimendo “il suo apprezzamento per gli sforzi che l’Olanda sta compiendo per dare una risposta concreta alla lotta contro le sostanze stupefacenti, Cannabis e altro, il risultato di tale lotta dovrebbe portare in tempi non troppo lunghi alla progressiva chiusura dei locali dove si può consumare in modo legale tutte le tipologie di droghe leggere. Al momento però la situazione non è molto chiara. “I coffee shop nel nostro paese non chiuderanno” ha ribattuto Loek Ten Hagen, secondo segretario dell’ambasciata d’Olanda. Nel mirino degli organismi internazionali ci sarebbero anche i cosiddetti smart shop, specializzati nella vendita di prodotti d’erboristeria che talvolta sconfinano in sostanze farmacologiche con effetti allucinogeni. Diventerebbe cosi meno libero il paese della libertà dove accanto ai coffe shop, ai matrimoni gay, si affianca tutto il business dei quartieri a luci rosse con le famose vetrine hard, chissà che anche loro nel prossimo futuro non dovranno chiudere bottega. Non vi preoccupate, in quest’ultima ipotesi non c’è pericolo perché ricordate il vecchio detto che dice: tira più un pelo di figa che 100 buoi messi insieme.

Google+
© Riproduzione Riservata