• Google+
  • Commenta
28 dicembre 2005

Cos’è lo “Stalking”?

La prima legge nazionale contro lo stalking fu approvata in California nel 1990, a tale provvedimento si uniformarono altre nazioni, finché nel 1995 tLa prima legge nazionale contro lo stalking fu approvata in California nel 1990, a tale provvedimento si uniformarono altre nazioni, finché nel 1995 tutti i 50 stati presentarono una legislazione in merito.
Lo stalking, secondo una ricerca condotta nel 1995 dal National Violence Against Women, è “Una linea di condotta rivolta ad una persona in particolare, caratterizzata da continui avvicinamenti fisici o visivi, dalla ricerca di un’interazione non voluta, dalla presenza di minacce implicite o esplicite o, ancora, da una combinazione di comportamenti che scatenano nella vittima una comprensibile paura”.
Un esempio di stalking nella nostra Italia è quello operato dall’assassino di Biella, Emiliano Santangelo, che ha ucciso la sua vittima, Debora Rizzato, il 23 novembre scorso dopo più di dieci anni di molestie.
E’la sorella della vittima, Simona Rizzato, a raccontare delle continue telefonate minacciose, lettere intimidatorie, sms alquanto diretti: “Io ti ammazzo, a te a tua madre” (fine ottobre); “Ti inseguo, ti faccio sparire la macchina”; “Non presentarti con tua madre al processo, vi riderò in faccia”. Il tutto minuziosamente registrato e documentato davanti ai magistrati. Ad agosto, all’ultimo processo, Debora trova uscendo dal tribunale la sua macchina rigata e con le gomme bucate.
Negli Stati Uniti, in questi casi, spesso si agisce per vie legali, impedendo allo “stalker” di continuare a molestare la vittima, mentre in Italia le persone che subiscono lo stalking non sono tutelate giuridicamente.
Questo purtroppo potrebbe voler dire che se i protagonisti di questa tragedia fossero vissuti negli Stati Uniti invece che in provincia di Biella, c’è la probabilità che Debora Rizzato sarebbe stata ancora viva e senza più paura.

Google+
© Riproduzione Riservata