• Google+
  • Commenta
7 dicembre 2005

E- bay, il nuovo mercato che avanza

Nato nel 1995 negli Stati Uniti, la piattaforma di e-bay rappresenta il fulcro del commercio elettronico mondiale. Creato inizialmente per soddisfare Nato nel 1995 negli Stati Uniti, la piattaforma di e-bay rappresenta il fulcro del commercio elettronico mondiale. Creato inizialmente per soddisfare le richieste di una cerchia di collezionisti americani, la creatura telematica, basata essenzialmente sul concetto di asta on line, ha ben presto subito profonde mutazioni fino a diventare un vero luogo di culto dove è possibile trovare ogni sorta di oggetto.
Diffusosi in Italia, principalmente nel 2001, la community virtuale conta oggi milioni di utenti che hanno creato un vero mercato parallelo, minando fortemente il concetto del classico negozio fisico (già fortemente ostacolato dall’ Eurocrisi). E così l’acquirente medio può attualmente trovare oggetti di ogni tipo: dall’abbigliamento ai motori, dal collezionismo numismatico all’ elettronica, dalla musica al cinema e tutto quanto di più stravagante ed inusuale .Il tutto,spesso, ad un prezzo davvero concorrenziale. Il venditore virtuale, oltre ad abbattere i costi di mantenimento e gestione di un classico punto vendita, non ha bisogno di pagare IVA o iscrizione camerale (anche se la normativa non è ancora chiara in merito,ma ben presto ne sapremo delle nuove vista l’espansione del fenomeno) riuscendo così a modellare il prezzo di un generico oggetto di un 30-40% rendendo così vantaggiosa la transazione ad appannaggio del classico negoziante, ancora legato ai suddetti vincoli. Il giro economico venutosi a creare è di proporzioni smisurate, tanto da favorire la nascita di società satellite per la gestione del credito come Paypal, facente parte del gruppo e-bay, ed alimentare il settore dei servizi di spedizione (dalle poste italiane ai corrieri privati). Il risultato? La società di ebay, attualmente quotata a Wall Street, ha dato il via ad un inarrestabile mercato toro aumentando costantemente le proprie performances, in virtù della crisi del commercio che sembra non interessare il mondo virtuale. Nuove realtà hanno attinto linfa vitale da questa “new new economy”, basti pensare all’immane presenza di prodotti cinesi che invadono la piazza con prezzi assolutamente impensabili qualche tempo fa, principalmente nel settore dell’abbigliamento e calzature dove la capacità di falsificare prodotti di brand famosi ha trovato terreno fertile: Nike, Gucci e Prada le principali vittime, con conseguente crollo delle vendite dei negozi autorizzati che non riescono a battere la concorrenza asiatica. Questa realtà parallela ha dato il via ad una vera e propria moda, tanto che in Italia oggi si contano circa 5000 nuovi imprenditori, nati dal nulla, che hanno fatto della propria inventiva e del proprio intuito le armi per affermarsi in un mercato in continua evoluzione e che sembra ,al momento , non trovare ostacoli. Diritto di recesso e maggiore sicurezza da truffe telematiche, sembrano essere le prossime mosse per conquistare del tutto la fiducia dei consumatori, in parte ancora diffidenti a causa della mancanza di forti garanzie sulle vendite virtuali. Mancanza che consente, seppur in minima parte, la presenza di truffatori pronti a colpire il malcapitato di turno. Sembra dunque una partita a senso unico quella tra ebay e il mercato tradizionale; questi dovrà subire dei mutamenti per tenere il passo di una realtà che, al momento, non è ancora sufficientemente regolamentata. Intanto i negozianti protestano….
Emanuele Pascale

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy