• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2005

“Il canto di morte” di scena a Perugia

Da martedì 6 a sabato 10 dicembre l’Associazione Liminalia-laboratorio di cultura teatrale, presenta alle ore 21, presso la sala 100dieci (Via Pasco
Da martedì 6 a sabato 10 dicembre l’Associazione Liminalia-laboratorio di cultura teatrale, presenta alle ore 21, presso la sala 100dieci (Via Pascoli), Perugia, la sua ultima produzione teatrale: IL CANTO DI MORTE, spettacolo liberamente tratto dalle Coefore di Eschilo.
Lo spettacolo è la seconda parte di un progetto di ricerca, formazione e produzione intorno all’Orestea eschilea, iniziato nel 2003 con un gruppo di giovani attori e la cui prima parte è andata in scena con successo nel settembre 2004.
Diretto da Silvia Bevilacqua e Francesco Torchia, IL CANTO DI MORTE è interpretato da David Buti, Francesca Capodicasa, Novella Di Nunzio, Caterina Liwska, Stefano Manai, Roberta Marcaccioli, Romina Perni, Marco Remedia, Eros Righetti, Marco Serrau, Valeria Tosti, Roberta Zicari, ed è il frutto di una ricerca in un certo senso “inattuale” che si muove nella direzione di un teatrao essenziale nel quale tutto è affidato alle capacità espressive e di relazione dell’attore.
IL CANTO DI MORTE racconta le funeste ed inesorabili conseguenze di una guerra e la maledizione che accompagna fino alla distruzione la casa dei vincitori: a lungo atteso ed invocato dalla sorella Elettra, Oreste – dopo il forzato esilio – torna ad Argo e vendica l’assassinio del padre uccidendo la madre Clitennestra. Un altro bagno di sangue e la pacificazione è ancora una volta rinviata.
Realizzato per uno spazio teatrale non tradizionale, lo spettacolo può accogliere solo sessanta spettatori a replica, è pertanto consigliata la prenotazione al numero 075 5727838.
Il biglietto d’ingresso è di € 8,00.

Google+
© Riproduzione Riservata