• Google+
  • Commenta
5 dicembre 2005

Locomotrice killer

Terzo giorno di degenza per Cosimo Vicinanza e Gaetano Di Renna, ricoverati presso il reparto di chirurgia d’urgenza dell’ospedale di San Giovanni diTerzo giorno di degenza per Cosimo Vicinanza e Gaetano Di Renna, ricoverati presso il reparto di chirurgia d’urgenza dell’ospedale di San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, dopo essere stati travolti dalla locomotiva impazzita sabato mattina. Fortunatamente le condizioni di entrambi sono stazionarie. Per Vicinanza il dolore alla milza, procurato dall’impatto con il treno diminuisce di ora in ora. Restano solo le tante escoriazioni sul corpo e un fastidioso indolenzimento del ginocchio sinistro. “Mi sento meglio – dice – ma continuo a non ricordare esattamente la dinamica. Stando a quel che mi hanno raccontato, sono vivo per miracolo”. Il letto accanto al giovane è occupato dal tassista Gaetano Di Renna. Anche le sue condizioni migliorano: per entrambi la prognosi è di dieci giorni. E intanto ieri mattina, presso la chiesa del Duomo di Salerno si sono tenuti i funerali di Maria Teresa Paparella, l’unica vittima.
E a questo proposito, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Pietro Lunardi ha disposto la nomina di una Commissione d’inchiesta per far luce sulle cause dell’incidente ferroviario. La Commissione è già stata sul luogo dell’incidente per effettuare gli accertamenti.
E per quanto accaduto, urge la necessità di un raccordo ferroviario più sicuro e torna a farsi avanti l’eventualità di eliminare per sempre il raccordo ferroviario che attraversa la città da torrione al porto. La soluzione ottimale potrebbe essere la realizzazione di una galleria che colleghi il porto commerciale con la strada ferrata che scorre sopra l’Hotel Baia. I costi per tale operazione – una galleria di oltre 2 chilometri – sono stati preventivati intorno ai 65 milioni di euro, variabili a secondo della tratta dei binari.
Redazione Bussola24

Google+
© Riproduzione Riservata