• Google+
  • Commenta
5 dicembre 2005

Modena e Reggio Emilia: Convegno storico sulla Jugoslavia

I momenti salienti della storia jugoslava del XX secolo e delle sue relazioni con l’Italia, dal periodo della prima guerra mondiale, passando per il fI momenti salienti della storia jugoslava del XX secolo e delle sue relazioni con l’Italia, dal periodo della prima guerra mondiale, passando per il fascismo e l’occupazione italiana durante la seconda guerra mondiale, il dramma dell’esodo degli italiani, fino alla crisi degli anni ‘70 e ‘80 ed alla dissoluzione dello stato balcanico verranno rianalizzati in un Convegno internazionale di studi storici “Italia e Jugoslavia nella storia del novecento”, che si terrà a Modena per iniziativa della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e col patrocinio di diverse istituzioni.

L’appuntamento, che vede la partecipazione dei due più importanti storici sloveni, il prof. Joze Pirjevec ed il prof. Nevenka Trhoa, è per martedì 6 dicembre 2005 alle ore 10,30 presso l’Aula Multimediale della facoltà di Lettere e Filosofia (largo S. Eufemia 19) a Modena.

“L’intento – spiega il prof. Lorenzo Bertuelli dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – è di mettere in discussione un senso comune che rilegge la storia di quel Paese, come sempre, finalizzata all’esito finale della sua dissoluzione, mettendo invece in rilievo scelte, comportamenti e politiche dei diversi soggetti in campo interni e internazionali”.

Dopo i saluti delle autorità accademiche ed istituzionali, la riflessione entrerà nel vivo delle questioni con una serie di relazioni che toccheranno tutti gli aspetti di un Paese complesso, tormentato da una serie ininterrotta di conflitti che si sono giocati su quello scenario. In particolare, risulteranno di sicuro interesse gli interventi di: (mattino) prof. Joze Pirjevec su ”La Jugoslavia nel ‘900: una dissoluzione annunciata?”; prof. Francesco Privitera su “La crisi prima delle guerre: crisi economica e istituzionale tra anni ‘70 e anni ‘80”; prof. Vanni D’Alessio su “L’Istria asburgica e il problema della nazionalità”; prof. Nevenka Troha su “Il confine orientale prima e dopo la seconda guerra
mondiale”; (pomeriggio) prof. Sandi Volk su “Gli spostamenti di popolazioni italiane, slovene e croate tra fascismo e dopoguerra”; prof. Mila Orlic su “Il nuovo potere jugoslavo e l’esodo degli italiani”; prof. Stefano Petrungaro su “La storiografia jugoslava e croata nel ‘900”.

Google+
© Riproduzione Riservata