• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2005

Scoperta una scimmia gigante del Pleistocene

E’ il più grande primate mai vissuto sulla terra. Una scimmia antropomorfa gigante che misurava circa tre metri di altezza e pesava fino 550 chili. IlE’ il più grande primate mai vissuto sulla terra. Una scimmia antropomorfa gigante che misurava circa tre metri di altezza e pesava fino 550 chili. Il suo nome è Gigantopithecus blackii ed è vissuta sulla terra per un milione di anni fino ad estinguersi circa 100 mila anni fa, durante il Pleistocene, quando la specie umana già esisteva da tempo e stava attraversando un periodo di profondi cambiamenti evolutivi. A scoprire tutto questo è stato Jack Rink, un geocronologo della McMaster University di Hamilton in Canada, che è riuscito a ricostruire la storia di questo primate utilizzando un metodo di datazione assoluta su alcuni suoi resti. Le ricerche sul Gigantipithecus erano cominciate già nel lontano 1935, quando un paleontologo olandese scoprì un molare gigantesco in vendita di una farmacia di Honk Kong spacciato come un “dente di drago”. In seguito furono trovati altri resti di questo primate nella provincia di Guangxi nella Cina meridionale, proprio dove si sospetta che abbia avuto origine la razza umana. E’ chiaro dunque che i nostri antenati hanno convissuto con la scimmia gigante e probabilmente in maniera pacifica, sembra infatti che il Gigantopithecus fosse vegetariano con una dieta a base di bambù. E forse proprio la sua dieta ristretta associata alla dimensioni ha portato alla sua estinzione.

Google+
© Riproduzione Riservata