• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2005

Vacanze separate? Ottima terapia per le coppie in crisi.

Tutte le coppie di fatto giungono, presto o tardi, ad un punto di stallo causato dalla monotonia del rapporto.
In quel momento, tutte le certezzeTutte le coppie di fatto giungono, presto o tardi, ad un punto di stallo causato dalla monotonia del rapporto.
In quel momento, tutte le certezze vacillano e sorgono mille dubbi che lacerano se stessi e logorano il rapporto di coppia.
Cresce una fervente paura di essere ingabbiati in un rapporto retto non da amore, ma da affetto cullato dalla sicurezza della quotidianità.
Il batticuore alla vista del partner è ormai un lontano ricordo che induce a pensare che qualcosa sia cambiato o, forse, che il rapporto stia per giungere alla fine.
In questi casi le vacanze separate possono essere un’ottima soluzione per ritrovare se stessi, i propri desideri ed, eventualmente, anche il partner.
La nostalgia generata dalla lontananza potrebbe, infatti, riaccendere l’antico fuoco, sepolto dalla quotidianità oppure mostrare le ceneri di un rapporto, ormai finito.
Le relazioni amore, a lungo termine, limitano sempre più il proprio spazio individuale, generando un senso di soffocamento che potrebbe comportare la rottura del rapporto.
Per questo motivo è fondamentale cercare sempre di preservare i propri spazi all’interno della coppia e, in caso di dubbi, cercare qualche escamotage per distanziarsi un po’ dal partner e riflettere in solitudine.
Generalmente per l’allontanamento si preferisce ricorrere a qualche bugia bianca per non mettere l’altra persona in allarme, magari inutilmente.
Prima di scrivere la parola fine in un rapporto è bene, dunque, prendersi un po’ di tempo per se stessi per poter valutare la situazione senza l’oppressione del partner.

Google+
© Riproduzione Riservata